MENYAH/Egitto: Copti pellegrini mitragliati sul bus dopo rifiuto a convertirsi all’islam.

<ansa repubbl avvenire 2017.05.26>: tra le vittime molti bambini. dieci uomini armati hanno intercettato i mezzi, diretti al monastero di Anba Samuel (San Samuele), vicino alla città di Minya, nel deserto dell’Alto Egitto: hanno sparato sui passeggeri mentre uno di loro filmava il massacro. Decine i feriti. Il parroco della chiesa copta San Mina di Roma: "Uccisi perché hanno rifiutato di convertirsi".

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 26/05/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: mandatorio perseguitare infedeli con male fisico; inarrestabile il terrorismo finché ...

 

2018.05.26 <acs.tw> un anno fa a Menyah, in Egitto, l'attacco a 2 autobus di cristiani copti. Decine di morti, molti dei quali bambini. Sono stati uccisi perché hanno rifiutato la conversione forzata. ACS li ricorda!

 

↑2017.05.26 <qnet repubblica tgcom24 huff> Egitto, attacco a bus di cristiani copti: almeno 35 morti e 25 feriti. Dieci uomini armati hanno sparato sui passeggeri mentre uno filmava il massacro. Parroco copto di Roma: "Uccisi perché hanno rifiutato di diventare musulmani" <fc> domani comincia il Ramadan: in Egitto i cristiani sono vittime di un nuovo sanguinoso attentato. Un autobus con a bordo un gruppo di copti, tra cui molte famiglie con bambini, diretti in pellegrinaggio dalla provincia di Beni Suef verso il monastero di Anba Samuel (San Samuele il Confessore), nella provincia di Minya, nel Sud del Paese, sono stati attaccati da una decina di uomini incappucciati, vestiti in uniformi militari e armati di mitragliatrici. Nell'attentato sono morte almeno 26 persone e altre 25 sono rimaste ferite (alcune sono gravi).