Cristeros massacrati dal governo massone messicano

Cristeros e Guerra Cristera (1926-29): la massoneria a capo del Messico contro i cattolici. Rif. analisi di Paolo Gulisano autore del libro Cristeros; o libro di Luigi Ziliani scaricabile gratis da Totus tuus. Vdi anche Film Cristiada

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 22/04/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Storia, Calles Plutarco massoneria, potentati, Cristiada

 

↑2016.02.20 <lib&pers>: Fr1 in Messico: Cristiada non ancora del tutto superata. L’attuale ambasciatore messicano presso la Santa Sede, Mariano Palacios Alcocer, in un incontro dell’altra settimana promosso a Roma dall’Osservatorio indipendente Mediatrends America-Europa, ha detto che “la Cristiada è stato un processo giustificato dalla radicalità della Rivoluzione giacobina al potere in Messico

 

↑2015.07.31 <aleteia>: La guerra cristera, 89 anni dopo: il 31/07/1926 i vescovi messicani annunciavano la sospensione del culto in tutto il Paese a partire dal 01/08, in risposta alla cosiddetta "Ley Calles" (decretata dal Presidente massone Plutarco Elías Calles che praticamente proibiva l'esistenza della Chiesa cattolica) e all'espulsione di 185 sacerdoti stranieri che esercitavano il proprio ministero in Messico.

 

↑2015.05.21 <tempi>: Oggi la Chiesa ricorda i santi martiri messicani: don Cristobal Magallanes Jara e altri suoi 25 compagni, fucilati dal governo massone nel 1927; qui una sintesi della storia dei cristeros.

 

↑2013.04.20 Film Cristiada: Cristeros messicani massacrati dai massoni. La Chiesa ordinò accordi di pace quando i Cristeros stavano per vincere; questi obbedirono e depositarono le armi sapendo bene che questo avrebbe voluto dire la loro condanna a morte. Rif. commento di Paolo Gulisano e il suo libro Cristeros.

 

↑2013.04.gg Il film è proiettato al teatro S.Maria di Rovereto: chi è Calles Plutarco †1945 massone credulone dello spiritismo presidente del Messico definiva "la Chiesa sola causa di tutte le sventure del Messico".

 

↑2005.10.gg <academia.edu Introvigne>: I "cristeros": fu davvero guerra di religione. Una recensione di "Popular Piety and Political Identity in Mexico's Cristero Rebellion, Michoacán, 1927-29" di Matthew Butler