il venerabile François-Xavier Nguyễn Văn Thuận un esempio di santità per i cattolici del Vietnam e per l’intero mondo

mai odiò, nemmeno chi lo imprigionò per 13 anni (di cui 9 in isolamento) dal 1975 appena nominato arcivescovo di Saigon.

<Wikipedia>: 1928-2002. Venne liberato il 21 novembre 1988. Nel 1998 papa Giovanni Paolo II lo nominò Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace; nel 1991 fu costretto a lasciare il suo paese; nel 2001 Cardinale. Era da poco vescovo a Saigon quando il 30/04/1975 vi entrò l'esercito comunista: alcuni “sacerdoti nazionalisti”, filocomunisti, parlarono male di lui e così fu subito internato in un campo di rieducazione, per 13 anni senza processo. Sebbene in prigione, è riuscito a far avere messaggi ai suoi fedeli, brevi riflessioni molto chiare, scritti su pezzetti di carta. Questi messaggi erano poi copiati a mano e diffusi nell’intera comunità cattolica. Sono stati raccolti nel libro “La strada della speranza”. Un altro libro, “Preghiere di speranza”, contiene le preghiere da lui scritte in carcere. Su pezzi di carta si era fatto una piccola Bibbia. Alcuni carcerieri simpatizzati gli avevano fatto avere di nascosto un pezzo di legno e dello spago, con cui aveva fatto un piccolo crocifisso.

<qui video> in cui V.Thuan raccontava questi ed altri toccanti esperienze della sua prigionia, l'amore ai suoi carcerieri, quello che cantava il Veni Creator.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 09/04/2020; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: cristiani perseguitati; Vietnam

 

2020.04.09 ricevo da NC il link al <questo bel video> in cui il venerabile V.Thuan raccontava la celebrazione clandestina dell'Eucaristia ed altri toccanti esperienze della sua prigionia, l'amore ai suoi carcerieri, e quello che cantava il Veni Creator.

 

↑2017.05.05 <tempi>: È “venerabile” il cardinale Van Thuan, che convertiva i comunisti in carcere. Il Papa ha firmato il decreto per la «profonda gioia» di Benedetto XVI. Arrestato dai Viet Cong, il cardinale passò 13 anni in prigionia, dove convertì buddisti e atei curiosi di sapere perché era sempre «felice»

 

↑2012.09.21 Più di 2000 fedeli nella cattedrale di Ho Chi Minh City per il 10° anniv. della morte del cardinale Van Thuan, un buon cittadino e un nobile pastore: "Sebbene imprigionato per 13 anni dal governo comunista non ha biasimato nessuno, non ha odiato nessuno e non ha avuto sentimenti vendicativi verso i 'nostri fratelli'".

 

↑2010.09.20 Ottavo anniversario della morte del cardinale Van Thuan ricordato nella cattedrale di Ho Chi Minh City in un’atmosfera solenne e commossa: “un esempio di santità per i cattolici del Vietnam e per l’intero mondo”