SINDROME NIMBY (Not In My Back Yard: non nel mio cortile sul retro)

ne sono affetti in particolare i bacati da ambientalite che la esprimono <wikipedia> con proteste contro la realizzazione di opere pubbliche aventi impatto ambientale, quali grandi vie di comunicazione (NoTav, NoGronda), estrazione di idrocarburi (NoTriv), loro trasporto (NoTap), termovalorizzatori (NoTermo), centrali elettriche (in particolare se nucleari) e simili: gli affetti dalla sindrome in titolo concepiscono il territorio ove sono ubicate le suddette strutture come strettamente personale (come il cortile interno di casa), mentre sfruttano senza obiezione i servizi resi da tali strutture operanti in un altro luogo, magari subito al di lą del confine.

Chi non si direbbe pro rispetto ed educazione ambientale? Chi non pro sostenibilitą?

Meno facile č essere rispettosi dell'ambiente naturale senza farsi contagiare da ideologie che ad esempio provocano la sindrome NIMBY.

[Pagina senza pretese di esaustivitą o imparzialitą, modificata 07/01/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: ambiente naturale, bene comune, acqua, rifiuti, alberi, biodiversitą, ogm, eco&bio; bestialite, veganite, NoTAV NoTriv NoTap NoGronda NoTermo BlackBloc RedBloc casseurs; idiosincrasia

 

2015.04.28 <s24h> la parola NIMBY non basta pił per descrivere la sindrome di opposizione conservatrice contro l’evoluzione della societą: non pił solamente la protesta locale di comitati di cittadini, ma una contestazione trasversale contro il cambiamento: non si difende pił solo il backyard, ma ci si ciba di un no generalizzato, olistico; prefisso eco&bio, se no no: NoTav NoTap NoTriv NoTermo NoVax NoMask NoEolico NoEuro NoScieChimiche NoMuos, NoCentrali, NoExpo ... Le motivazioni addotte per il NO nascondono sotto una veste razionale la paura emotiva per un cambiamento del mondo in cui si fatica a riconoscersi.