modificato 22/11/2017

 

Contro l’informazione scomoda i potenti potrebbero passare dal bavaglio alla dissuasione intimidatoria?

Correlati: neutralizzare info, framing, libertà di stampa

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<vvox>: come quando si tacque su Lorenzo Tondo, giornalista The Guardian, intercettato dopo avere svelato alcuni aspetti decisamente controversi dell’inchiesta della procura palermitana sull’affaire Medhanie Yehdego Mered, così ora quasi si tace sulle perquisizioni patite in redazione da colleghi dei quotidiani La Verità e Il Sole 24 ore, Francesco Bonazzi e Nicola Borzi. La loro “colpa” è di aver svelato alcuni collegamenti esplosivi tra il mondo dei servizi segreti e il gruppo Banca Popolare di Vicenza-Banca Nuova. Ora al di là della presa di posizione del sindacato e dell’Ordine dei giornalisti, che in circostanze del genere è un atto dovuto, il silenzio è assordante: perché? Dove sono i garantisti di Pd o Forza Italia e i meno garantisti M5S e Sinistra Italiana? Borzi, sulla sua bacheca Facebook, ha denunciato quattro fatti gravissimi.

- Uno, il sequestro abnorme e spropositato del suo intero archivio elettronico, con dentro quindici anni di lavoro, senza che sia neppure indagato.

- Due, il blocco temporaneo della sua carta di credito.

- Tre, il filtro da parte di qualche soggetto dei suoi post su Facebook, che sono stati pubblicati solo dopo qualche minuto essere stati digitati.

- Quattro, il fatto che ignoti abbiano visitato la sua abitazione all’oscuro di chi ci vive.

 

 

22/11
2017

<controlacrisi>: Come ti imbavaglio l'informazione alla faccia della millantata libertà di stampa e del segreto professionale dei giornalisti: basta il semplice sospetto di una minima violazione di segreto d’ ufficio e scatta la perquisizione per scoprire le fonti del giornalista, ancorché sia una pratica energicamente condannata da norme e sentenze europee. Il messaggio è chiaro: se scrivi una parola di troppo puoi trovarti gente in divisa che fruga tra i giocattoli dei tuoi bambini o che si prende il tuo telefonino e con le tue relazioni e fonti.

20/11
2017

<today.it>: nella filiale di Roma della BPV NuovaBanca sarebbe intestato ai servizi segreti dal 2009 un conto corrente "fantasma" esente dalla registrazione antiriciclaggio e dalla segnalazione all'anagrafe tributaria: tra i beneficiari dei pagamenti, sempre secondo “la Verità” di Confindustria, c’è un po’ di tutto: generali, dirigenti medico-ospedalieri, vertici di autorità portuali e di istituzioni musicali siciliane, autori e registi di fortunatissimi programmi di infotainment di tv nazionali private, conduttori di trasmissioni di successo sulla radio pubblica, fumettisti vicini al mondo dei centri sociali.

20/11
2017

<fattoq>: Pop Vincenza, Fnsi e Alg: “Sconcertante” acquisizioni materiali e sequestro pc dei giornalisti Bonazzi e Borzi