Sarebbe giusto e doveroso CHIEDERE SCUSA per aver effettivamente offeso, sarebbe ingiusto esservi costretti da ...

da intimidazione-ricatto pur convinti di aver detto la verità senza offesa, oppure fingersi pentiti in captatio benevolentiae di lobby potenti.

Annoto qualche esempio di "scusa" chiesta da qualcuno/a preso di mira dalla gender inquisizione: per evitare il peggio o libera e sincera?

Rimando ad altra pagina la resa di Charlie Hebdo e le scuse pretese a fronte di presunte offese a simboli religiosi non cristiani.

 [Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/05/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Art18,19,26.3 di diritti umani; gendercrazia arma di distrazione di massa? negare danni da omosessismo; gay contro u2g; diritti civili; autocensura Barilla, pentiti

 

2022.04.17 Sofia Goggia si era detta contraria ai transgender che gareggiano con le donne: "A livello di sport, un uomo che si trasforma in donna ha caratteristiche fisiche, anche a livello ormonale, che consentono di spingere di più. Non credo allora che sia giusto". Scalfarotto: "Ci pensi prima di parlare" <agi> per far cessare la valanga di critiche e polemiche ci sono volute le scuse di Sofia Goggia nella serata di Pasqua: "Mi dispiace e mi scuso con tutte le persone che si sono sentite offese per la frase che è uscita nell’intervista del Corriere della Sera che, sicuramente, quando l’ho pronunciata, non voleva essere di natura discriminatoria".

 

↑2013.09.27 <s24h> Guido Barilla /Mulino Bianco chiede scusa ai gay, anche in viedo, non solo per averne colpito la sensibilità, ma sottolinea di aver compreso «che sul dibattito riguardante l'evoluzione della famiglia ho molto da imparare». La tempesta si era scatenata due giorni fa quando intervistato alla Zanzara su Radio 24, Barilla aveva dichiarato che non avrebbe ritenuto opportuno uno spot con una famiglia gay perché il target della Barilla è la famiglia tradizionale; e aveva poi aggiunto che i gay sono liberi di fare quello che vogliono, «a casa loro». [CzzC: voglio sperare che sia stato sincero due giorni fa e che la sua resipiscenza sia libera da boicottaggi, intimidazioni, pelosità. Davvero fu così ingenuo che non fu in grado di pensarci prima? E’ talmente enfatica la ritrattazione, che rischia di far ipotizzare un doppio gioco preordinato all’interesse non solo delle lobby LGBT ma anche del presunto loro offendente].