SALOMONE OVADIA detto MONI, anti sostegno a scuole paritarie, pro trattare con Mosca

nato in Bulgaria, italianizzato, attore, cantante, musicista scrittore.

<lastampa> libertà, uguaglianza, fraternità con imprinting marxista illuminista, ma non solo: giocano altre valenze in una filosofia che matura da un’origine di ebreo sefardita yiddish cresciuto in occidente, con una formazione di artista e intellettuale di larghe vedute e di un sentire esistenziale che prescinde da fedi o appartenenze aprioristiche.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 07/05/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: vuolsi soffocare le paritarie cattoliche anche con referendum

 

2022.05.04 <ilfoglio today> Moni Ovadia rilancia la propagandista antisemita contro Zelensky: durante lo spettacolo di Michele Santoro l'attore ebreo elogia le tesi della giornalista Lara Logan, complottista, ora attivista dell'alt right americana, cacciata da Fox News dopo aver paragonato Fauci a Mengele che definisce gli ucraini nazisti ed elogia Putin: "L’uomo che si oppone al Nuovo Ordine Mondiale”. [CzzC: Ovadia non sarebbe il solo ebreo che tifa antisionismo, e la Logan è una dei tanti che popolano l'intersezione tra novax e complottisti putiniani: ma chi offre megafono a  imbonitori della specie amano più la verità o lo show-biz?]

 

↑2022.04.29 <giornale gior r24> ecco le motivazioni con le quali l'11/10/2021 erano stati assolti dai giudici di Milano gli antagonisti che al corteo del 25Aprile2018 avevano contestato la Brigata ebraica urlando «assassini» e «bastardi» e mimando «il gesto dello sgozzamento» e «la sventagliata di una mitragliatrice». Tre assolti con formula piena; condannato D.L.C. per aver colpito in testa un poliziotto con una canna da pesca usata come asta da bandiera. Gli imputati hanno ammesso i gesti incriminati, ma hanno insistito sulla «forte valenza politica» della contestazione «delle politiche israeliane di occupazione di territori palestinesi». I testi della difesa, tra cui Moni Ovadia, hanno suffragato tale versione, insistendo sulla distinzione tra «antisemitismo» e «antisionismo». [CzzC: la brigata ebraica è stata contestata anche lo scorso 25Aprile con tensione della polizia]

 

2022.04.16 Moni Ovadia sulla guerra in Ucraina <iltempo> ho la fortuna di aver accolto tre ucraine, nonna, mamma e figlia ... vanno bandite tutte le isterie come la russofobia ... qualcuno sta cercando di speculare moralmente su questa terrificante guerra e sulla pelle degli ucraini  ... dobbiamo con tutte le nostre forze aiutare il popolo ucraino, però io non credo che le armi siano la soluzione, prolungheranno la guerra sine die.  <lastampa 9Apr> Credo nei principi guida di Mandela: verità e riconciliazione. Mandare armi a Kiev significa prolungare il conflitto.

 

↑2022.04.10 <farodiroma> Moni Ovadia: basta inviare armi, bisogna fermare la guerra. Anche se devo la vita all’Armata Rossa, perché senza di loro sarei probabilmente morto passando per un camino, preferisco vivere nella finta democrazia italiana, che poi è un’oligarchia, che nella Russia di Putin. E, se vivessi là, sarei in carcere già solo per il fatto che difendo i diritti degli omosessuali. Eppure credo che Putin non sia Hitler e non sia un pazzo: certo, sta facendo una guerra – di per sé un’atrocità – e dovrebbe smettere, ma penso sia stato a lungo provocato ... Zelensky non ha reso un buon servizio agli ucraini: se hai vicino a te un colosso ringhioso, non gli fai i dispetti. A meno che lui sia asservito agli Usa, cosa di cui sono convinto.

 

↑2016.02.24 Per far approvare subito senza se-ma la legge Cirinnà firmano oltre 500 vip del politically correct sotteso dal massoLove is love” che mira all'u2g: <Lib&pers>: tra loro: Vito Mancuso, Lapo Elkann, Gad Lerner, Alessandro Profumo, Vladimir Luxuria, Maria Venier, Valeria Marini, Valeria Golino, Asia Argento, Umberto Galimberti, Francesca Neri, Moni Ovadia, Giovanni Robertini – Direttore Linus, Roberto Saviano, Oliviero Toscani, Umberto Veronesi [CzzC: continua qui per altri nomi]

 

↑2014.01.27 annoto Ovadia per il Film Anita B, il film sulla "trappola" che allontana gli uomini dalla verità. Anche il non voler ricordare è una forma di negazionismo. Impressioni di Ghiselli: Rispetto al libro di Edith Bruck, Quanta stella c’è nel cielo, Faenza ha attenuato qualche urlo tragico. ...  Alcune scene sono di invenzione del regista e servono appunto a mitigare la cupa drammaticità di certe parti della storia. Molto belli sono il canto e la danza corale guidati da Moni Ovadia ... In questa coralità scompaiono gli egoismi, le meschinità e i dolori dei singoli personaggi.

 

↑2013.05.26 Da “il salvagente”: in campo per il quesito A del referendum per togliere il sostegno alle materne paritarie di Bologna sono scesi anche attori come Riccardo Scamarcio, Valeria Golino (nella foto insieme) e Isabella Ragonese; scrittori come Pino Cacucci e cantanti come Andrea Mingardi e Francesco Guccini. Ma anche Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, Stefano Rodotà e Gino Strada (entrambi candidati alla Presidenza della Repubblica). E da l’Unità leggo anche Nadia Urbinati, Angelo Guglielmi, Moni Ovadia,...