La Nato di Us-Uk-Fr-Il ordisce guerra di regime change in Siria come in Libia

<americanconservative 2011.12> lo dice Philip Giraldi, ex ufficiale della CIA, direttore esecutivo del Consiglio per l'Interesse Nazionale: usano il pretesto di difendere la popolazione civile sulla base della «responsabilità di proteggere» la dottrina che è stata invocata per giustificare l’aggressione a Gheddafi; i formatori delle forze speciali francesi e britanniche sono sul campo pro ribelli siriani, che la CIA e gli US Spec Ops supportano con apparecchiature di comunicazione e intelligence. Vedi traduzione alla data 2011.12.19

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 30/12/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: danni NATO, Us-Uk-Fr-Il inciuciati con foraggiatori di terroristi; Kosovo; Iraq, Libia, Siria contro Russia2.0

 

2018.12.29 in Siria <pray4siria> there is more than enough evidence to show that some of the more prominent terrorist outfits were in different times and in different circumstances aided and abetted by institutions and organisations associated with the US, Britain and France and countries in the region such as Israel, Saudi Arabia, Qatar and Turkey. They provided financial assistance, military training and critical intelligence, apart from establishing regional and global networks to buttress the activities of the terrorists.

Ci sono evidenze più che sufficienti per dimostrare che alcuni dei più importanti gruppi terroristici erano in tempi diversi e in diverse circostanze aiutati e incoraggiati da istituzioni e organizzazioni associate con Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia e paesi della regione come Israele, Arabia Saudita, Qatar e Turchia. Hanno fornito assistenza finanziaria, addestramento militare e intelligence critica, oltre a creare reti regionali e globali per rafforzare le attività dei terroristi.

 

↑2018.02.14 Usa, Francia, Israele, fermatevi dal distruggere la Siria! Papa Fr1, indìci un’altra giornata di preghiera per fermare quegli illuminati vettori di morte e di stragi di inermi <vietatop>

 

2015.08.08 <youtube, controinfo> L'ex capo della DIA Michael Flynn afferma che l'ascesa di ISIS fu una decisione del governo degli Stati Uniti. Nel corso di una intervista realizzata dal giornalista Mehdi Hasaan a Michael Flynn, l’ex direttore della DIA conferma che quando svolgeva il suo ruolo di direttore, arrivò nelle sue mani una informativa della stessa DIA in cui si preannunciava il sostegno dell’Occidente nella creazione di uno “Stato Islamico” in Siria, già nel 2012.

 

2014.10.22 <youtube> Gli US paracadutano armi all’ISIS, che le mostra, forse destinate ai curdi, ma in realtà sono state paracadutate nel territorio controllato da Isis.

 

2011.12.19 <americanconservative> in Siria si prospetta un'altra guerra non dichiarata come contro la  Libia, ma molto, molto peggio. Le richieste di un regime change sono giunte dal segretario di Stato Hillary Clinton, che diverse settimane fa aveva previsto una guerra civile, il che si farebbe probabile se cadesse il regime laico e nazionalista di Bashar al-Assad, mettendo sunniti contro sciiti e contro alawiti con i cristiani indigeni che finiranno nel tritacarne, molti dei quali, ironia della sorte, sono iracheni fuggiti per salvarsi la vita a seguito dell’ultimo round di “liberazione” Nato nel proprio paese, Nato che è già clandestinamente impegnata nel conflitto siriano, con la Turchia che assume il ruolo di procuratore degli Stati Uniti. Il ministro degli Esteri di Ankara, Ahmet Davitoglu, ha apertamente ammesso che il suo paese è pronto a invadere non appena vi sarà un accordo tra gli alleati occidentali per farlo. L'intervento sarebbe basato su principi umanitari, per difendere la popolazione civile sulla base della "responsabilità di proteggere" la dottrina che è stata invocata per giustificare l’aggressione a Gheddafi. Fonti turche suggeriscono che l'intervento inizierebbe con la creazione di una zona cuscinetto lungo il confine turco-siriano e quindi verrà ampliata. Aleppo, la città più grande e cosmopolita della Siria, sarebbe il fiore all'occhiello delle forze di liberazione. Gli aerei della NATO sono arrivati alle basi militari turche vicino a Iskenderum al confine con la Siria, consegnando armi dagli arsenali di Muammar Gheddafi ... Iskenderum è anche la sede dell'Esercito siriano libero, l'ala armata del Consiglio nazionale siriano. I formatori delle forze speciali francesi e britanniche sono sul campo, assistendo i ribelli siriani mentre la CIA e gli US Spec Ops stanno fornendo apparecchiature di comunicazione e intelligence per assistere la causa dei ribelli, permettendo ai combattenti di evitare le concentrazioni di soldati siriani...

Il rapporto delle Nazioni Unite, spesso citato, che più di 3.500 civili sono stati uccisi dai soldati di Assad è basato in gran parte su fonti ribelli e non è convalidato. L'Agenzia si è rifiutata di firmare le richieste. Allo stesso modo, i resoconti delle defezioni di massa dell'esercito siriano e le battaglie campali tra disertori e soldati fedeli sembrano essere una fabbricazione, con poche defezioni confermate indipendentemente. Il governo siriano afferma che è stato aggredito da ribelli armati, addestrati e finanziati da governi stranieri più veri che falsi. Negli Stati Uniti, molti amici di Israele sono pro regime change contro Assad, perché credendo che risulti meno pericolosa una Siria indebolita, divisa dalla guerra civile: ma dovrebbero ripensarci, dato che il movimento politico di opposizione più organizzato e finanziato in Siria è la Fratellanza Musulmana.