Impeachment Trump e Russiagate: strumento per abbattere Trump o per indurlo a muoversi sotto scacco-ricatto?

Già all’epoca del sorprendente election day 2016.11.08 annotai che forse non sarebbe passato molto tempo prima che Trump finisse sotto impeachment, già ventilato per il Russia-gate in campagna elettorale perfino da repubblicani che avevano puntato su altri cavalli prima dell’investitura.

Ma il Russia-gate potrebbe essere un pretesto (il più facile ora, ma se ne troverebbero altri) per abbattere un nemico del vero potere in Usa, il potere di finanza e mass media a presidio della supremazia del petroldollaro, mascherato con la lotta

all’omofobia, costasse sdoganare la GPA pro gay,

- ai regimi ostili ai wahhabiti, costasse foraggiare il jiahdismo stragista di inermi,

- alla Russia per impedire il sorpasso da parte dell’Eurasia.

Ma prima di detronizzarlo, i suddetti potentati potrebbero sfruttare Trump come opportunità per massimizzare il raggiungimento quantomeno dell’obiettivo primario (il 3°) inducendolo a guerreggiare più di Obama contro la Russia coll’illusione di smentire la fondatezza del Russiagate.

I tifosi di Soros già sogghignano?

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/05/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: avrebbe potuto fare meno danni al bene comune di altre amministrazioni Usa, ma ...

 

2018.05.04 <youtube> sul Russiagate: come spiegare la campagna di bufale spacciata, e creduta da molti, come una battaglia per la libertà e il progresso? La (im)pertinenza delle 49 domande  domande che Mueller vorrebbe fare a Trump.

 

↑2018.04.11 <money> Divampa il Russiagate: cosa rischia Donald Trump in questa indagine sui rapporti tra il Presidente e Mosca durante la scorsa campagna elettorale. [CzzC: col Russiagate, divampa anche la potenza ricattatoria del medesimo?] <fb AlbertG>: La storia si ripete: Soros e i suoi lacchè vogliono portare Trump alla guerra contro la Siria, così come costrinsero Berlusconi ad accodarsi a quella contro la Libia. Contrari entrambi, ma il Pensiero Unico Mondiale non perdona, e il sonno della ragione genera mostri. <sussidiario> Siria, Trump avverte la Russia: "Nostri Missili In Arrivo" e chiede l'appoggio di Francia, Regno Unito e Arabia Saudita per punire Assad "pronti missili intelligenti". Mosca replica: "no a twitto-diplomazia, vogliamo approcci seri". [CzzC: stasera ho visto/TG2 anche Gentiloni dare come accreditata la colpevolezza del governo siriano (“non è la prima volta che Assad ...”) prendendo come prove inconfutabili le immagini fornite dai ribelli relative al presunto attacco chimico a Duma; sussistono invece sospetti di montatura o di false flag: vedi <fb, sibialiria> e qui quanto Gian Micalessin ha raccontato qualche giorno fa] <corriere>: Toninelli (M5S): «Guerra per procura»

 

↑2017.06.19 <repubblica stampa ansa post>: aerei Usa abbattono caccia di Damasco. Washington dissimula la gravità dell’atto parlando di difesa non di offesa [CzzC: Trump è pericoloso per la pace in Eurasia anche perché più ricattabile di Obama dai soliti potentati: continua]

 

↑2017.05.19 <inkiesta>: F.Scaglione: Il Russiagate è una bufala (ma Trump si sta fregando da solo) [CzzC: più che bufala è un pretesto, per il più vero movente dell’impeachment]

 

↑2017.05.18 Verso l’impeachment di Trump <avvenire fq stampa> errori e lotta di potere Usa. La trappola organizzata dal Partito democratico e da una parte del Partito repubblicano, era scattata già nell’estate scorsa, quando era stata denunciato il russia-gate. [CzzC: e se il vero obiettivo fosse la ripresa di supremazia di chi in Usa detiene il vero potere?]