Ti parrebbe obiettivo e imparziale RICCARDO CRISTIANO sulla guerra in Siria?

di chi sarebbe a suo avviso la responsabilità del disastro umanitario in Siria? Nessun cenno ai jihadisti stragisti di inermi, ma «l'origine del focolaio è Assad che fa guerra al suo popolo volendo espellere le popolazioni che ritiene inaccettabili». E le responsabilità di Erdogan? È complice solo perché non fa passare in Turchia i profughi cacciati da Assad.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/04/2020; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: correl

 

2020.03.04 <RadioAnch'io at ~1h1'30" o qui.mp3> sulla crisi migranti al confine greco-turco e Idlib, dopo Valerio Nicolosi e Pietro Del Re viene invitato a parlare il giornalista Riccardo Cristiano, presentato come grande esperto di guerra siriana e amico personale di Padre dall'Oglio: alla domanda «di chi è la responsabilità» il R.Cristiano risponde come di seguito riassumo: occorre primariamente capire qual è il punto di origine del focolaio: non è la Turchia, ma la Siria; perché i siriani non possono rimanere nel oro Paese? [CzzC: perché, Zanchini, non chiedi al collega come possa essere così sicuro che, in caso di elezioni libere, i siriani preferirebbero la galassia dei jihadisti piuttosto che Assad?]

R.Cristiano così prosegue: se c’è un’operazione militare perché deve essere contro scuole, ospedali, asili nido, bambini? Due punti importantissimi:

1) ci sono ampie zone spopolate e coltivate con canapa indiana [CzzC: davvero il punto più importante?]

2) un rapporto ONU attesta come in Siria vengano torturati bambini i cui corpi vengono usati per estorsione contro le loro famiglie [CzzC: perché, Zanchini, lasci supporre che sia Assad a commettere queste efferatezze e non i jihadisti?]

Alla domanda se c'è via d’uscita, R.Cristiano risponde: intervenga l’ONU e tolga il controllo del territorio a quell'esercito che è in guerra contro la sua popolazione perché la deve espellere in quanto popolazione non accettabile dal presidente Assad. [CzzC: si facciano elezioni libere e si veda se è così o se sono i jihadisti ad impedire alle persone normali di sfuggire alle loro grinfie, perché servono loro come scudi umani].

Alla domanda finalmente un po' critica (si intende giustificare Erdogan?) R.Cristiano risponde con questa esaustività: Erdogan è complice perché non fa passare in Turchia i profughi cacciati da Assad, non li fa entrare in Turchia perché vuole trattenerli là come cuscinetto funzionale alle sue mire strategiche. [CzzC: solo per questo Erdogan sarebbe complice del disastro siriano? Non anche per l'invasione militare della Siria? E per lo sterminio dei Curdi che avevano combattuto quell'Isis cui Erdogan fornì i foreign fighters e da cui comperò il petrolio? Peraltro non potevamo aspettarci domande utili a sgamare strabico framing e inganni mediatici di uno introdotto così: "se c'è un collega, una persona che conosce la situazione siriana, che ha dedicato alla Siria dei libri molto importanti, che era amico personale di padre Dall'Oglio, che è stato a lungo inviato in Medio Oriente, è il caro amico Riccardo Cristiano, che salutiamo ..." ]