HALLOWEEN e la festa di Samhain: sarebbe paranoico chi lamentasse offesa ai simboli cristiani da certi estremismi della moda?

<wikipedia> la ricorrenza celtica è celebrata la sera del 31 ottobre con una moda che dagli Us si è propagata anche in Europa enfatizzando forme macabre, che talvolta divengono trasgressive e irridenti nei confronti della festa di tutti i Santi celebrata l’indomani dai Cristiani; qualche estremismo arriva a rasentare blasfemia e satanismo.

<radioMaria> ha diverse testimonianze a supporto dell'opportunità di usare prudenza e discernimento nei confronti della festa in titolo.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 11/11/2019; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: laicismo, religione e laicità, cristianofobia; Holyween

 

2019.10.31 "non hanno senso gli allarmismi contro Halloween" titola l'Adige riportando il giudizio di don Sergio Nicolli, vicario del vescovo per la Vallagarina; il giornalista ne approfitta per additare divisioni in casa cattolica, nella fattispecie allude allo smarcarsi dai gruppi di cristiani più oltranzisti (ancorché don Sergio non li avesse citati), come quelli che questa sera dalle 20 alle 23 faranno adorazione eucaristica al Cristo della strada, ritenendo che Halloween sia una festa contaminata da insidie e malvagità del demonio. [CzzC: mi perdoni il don, se oso discernimento, ma avrei colto l'occasione non solo per sdrammatizzare, ma anche

- per non banalizzare la prudenza mossa dal principio di precauzione, e, soprattutto,

- per incoraggiare le iniziative di quelle parrocchie che stasera raccolgono centinaia di giovani a conoscere e festeggiare santi e martiri della nostra fede, per un meglio non per un contro]

 

↑2019.10.31 Halloween violento: <RadioMaria> in varie parti del mondo aggressioni, profanazioni e atti vandalici: uova contro maestra, pietre scagliate contro bus, case, chiese, cimiteri. C’è chi, anche tra gli operatori pastorali, vuole minimizzare o giustificare. Un anno fa in Francia (Parigi e Lione) è esplosa la violenza proprio il 31 ottobre, tra pestaggi e devastazioni di case e negozi: <qnet> "Ogni crimine sarà legale per un giorno" postavano sui social i mascherati.

 

↑2019.10.30 l'evento-busines legato alle zucche vuote, in senso stretto e lato. <RadioMaria> il fenomeno anche tra vandalismo e occulto.

 

↑2018.11.12 <libq corrie 1/2 giorno gaudium fq> festa di Halloween con ragazze in vestiti sexy sedute sull'altare nella chiesa a San Gennaro all'Olmo, anche se da tempo non adibita al culto, ma ancora con altari consacrati, immagini sacre, organo e confessionali, una chiesa affidata alla Fondazione Vico, il cui presidente Vincenzo Pepe si difende: "Era una rappresentazione teatrale dedicata ai martiri del '99 e a Eleonora Pimentel Fonseca". E quando ha scoperto che si trattava di un altro tipo di performance ha fatto interrompere la serata [CzzC: in un edificio sacro islamico l’offesa non sarebbe accaduta, né a causa di inganno degli abusanti né per la dabbenaggine dei concedenti senza fiuto la serata]

 

↑2017.10.30 <radioMaria.fb> Don Ermes Macchioni, sacerdote in Fontana di Rubiera (Reggio Emilia), esorcista da oltre trent’anni, sulla cosiddetta “festa” di Halloween: “notte esoterica e satanica”. Non se la prende con la festa pagana (il mondo civile può celebrare quello che vuole) ma con “l’insipienza e l’incoerenza di noi cristiani”.

 

↑2015.10.29 <bussolaq>: Zuppi il nuovo vescovo di Bologna sfida lo scherzetto del diavolo [CzzC: non mi piace il termine sfida: anche se a montare Halloween fossero non solo i mercanti ma anche i satanisti, il 90% di chi si diverte con Halloween è come noi, vuole festeggiare senza intenzione di servire il demonio o di far del male al prossimo]: parlando all'Uni_Eu.RM dove viene presentato un libro di don Aldo Bonaiuto (sacerdote della comunità fondata da don Oreste Benzi) “Halloween. Lo scherzetto del diavolo”: la festa cristiana di Ognissanti e quella della commemorazione dei fedeli defunti è una profonda riflessione sul senso della vita, traguardato con l'unica speranza seria che possiamo avere su questa terra: la Risurrezione di Gesù Cristo che ha vinto il principe della morte; con molta sobrietà, invece di «dolcetti e scherzetti», nei prossimi giorni accompagnate i bambini sulla tomba dei vostri cari, fategli mettere un fiore e recitare una prece.

 

↑2014.11.01 <repubblica libero>: Parroco di Lodi propone ai giovani una serata Holyween in controtendenza ad Halloween: speranza e felicità, altro che maschere terrificanti e pensieri negativi [CzzC: controtendenza posso accettarlo, perché afferisce alla libertà dalle mode più che alla contrapposizione con chi preferisse la moda dominante]

 

↑2014.10.29 <universomamma siciliatv torinotoday>: anziché festeggiare le tenebre, festeggiare la luce partecipando a celebrazioni religiose e facendo divertire i bambini con gli esempi dei santi. <tempi> Non lasciamoci scippare da streghette e satanisti.

 

↑2013.10.30 <samizdatonline>: Non lamentiamoci di Halloween, festeggiamo i Santi: meglio la notte dei Santi che quella delle streghe e degli zombi

 

↑2013.10.30 <angelocustorerg>: oggi Halloween è una festa importante per i satanisti e corrisponde alla vigilia dell’anno nuovo secondo il “calendario delle streghe”. Il cristiano non può accettare una festa, come è proposta oggi, legata ad atteggiamenti superstiziosi e contraria alla vocazione cristiana alla santità, quella per cui la chiesa nella festa di Ognissanti testimonia la consapevolezza della vita che continua nella comunione dei santi. ( Religiosità Alternativa, Sette, Spiritualismo Conferenza Episcopale Romagnola, Bologna 29.06.2013 pp.38-39) [CzzC: più che divieto di accettare la moda prevalente, si sottolinei la libertà di affrancarsene per qualcosa di più bello, di più utile, più corrispondente al cuore dell’uomo]

 

↑2013.10.29 <famigliacristiana>: Si sta diffondendo in Italia l'assurda pretesa di festeggiare la festa di Halloween, scimmiottando in tutto e per tutto gli americani. Ma è una ricorrenza che non ha niente a che vedere con la nostra cultura e la nostra religione. [CzzC: attenti alle parole! Il termine assurda pretesa chiama contrapposizione ideologica: si affermi piuttosto la libertà di ciascuno nel rispetto di quella altrui e così pian piano si può far emergere la verità di ciò che più corrisponde alla dignità umana]

 

↑2012.10.31 <costanzamirano>: se Halloween desta qualche preoccupazione non è per la sua prevalente connotazione di festa commerciale (tipo San Valentino o Carnevale), ma per le affinità con riti satanico-stregonici: il buon senso dovrebbe indicarci che se i cristiani non celebrano la festa di Ognissanti come dovrebbero, la colpa non è di Halloween, tuttavia la vigilanza educativa potrebbe non essere ridondante ...

 

↑2011.11.01 <giornaleGiudicarie> Halloween, festicciole o veri e propri riti satanici? Riflessione insieme a don Bruno Armanini. <>

 

↑2010.10.27 <corriere>: Il cardinale Carlo Maria Martini fu tra i primi, anni fa, a notare desolato che «questo tipo di feste è estraneo alla nostra tradizione, a valori immensi come il culto dei defunti che apre la speranza all'eternità». E il cardinale Tarcisio Bertone, nel pieno della polemica sui crocifissi nelle scuole: «L'Europa del terzo millennio ci lascia solo le zucche e ci toglie i simboli più cari».

 

↑2010.10.18 < predazzoblog>: no Halloween: linea dura della Curia di Trento: Don Oreste Benzi affermò in uno dei suoi ultimi appelli: «Vogliamo che i nostri figli festeggino il giorno di Ognissanti con i demoni, il mondo di satana e della morte oppure con gioia e pace vivendo nella luce? Esortate i vostri figli dicendo loro: Vuoi giocare e divertirti con i demoni e gli spiriti del male o invece scegli di gioire e far festa con i santi che sono gli amici simpatici e meravigliosi di Gesù?» Dopo la morte di don Benzi, il portavoce dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII affermò che Halloween è un “giorno particolare significativo per i satanisti in cui vengono celebrate numerose messe nere e riti satanici”. Secondo l’associazione fondata da don Benzi “l’elogio del macabro, non sarebbe altro che un modo subdolo per avvicinare anche i più piccoli al Satanismo