MUSICA: arte, comunicazione ed educazione musicale

<wikipedia>: Si tratta di arte in quanto abilità compositiva o esecutiva che attraverso effetti sonori riesce a comunicare e suscitare svariate info-emozioni, travolgenti o sedanti, motrici di azione o facilitanti la meditazione, usabili per osannare o detestare, per adorare e pregare oppure anche per dissacrare ed irridere i credenti. Coinvolge la scienza in quanto studio dell'acustica e dell'intima struttura della musica; coinvolge la tecnologia per gli strumenti musicali.

Mi perdonino i grandi autori se mi limito a linkarne solo pochi, tra buoni maestri (Gaber, Chieffo, ...), mentre diffido di altri più graditi a maestri di odio, densi tra i tifosi dei più havy rockettari.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 08/09/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: arte, comunicazione, educazione; musica sacra

 

2021.09.02 <clonline> Enrico Ruggeri: durante un viaggio in auto, il popolare cantante ascolta per radio l'incontro di Javier Prades sul titolo del Meeting 2021 (qui il testo qui video♫20'). «L'ho ascoltato fino alla fine»; sorpreso e colpito, spiega il cantautore italiano, classe 1957, tanto da fare un post su Twitter subito dopo: «Da Kierkegaard a Pirandello fino ai Queen, tra domande esistenziali, filosofia, attualità. Il mondo non è solo carta velina». Kierkegaard segnalava l'esigenza che, per una comunicazione del vero, occorre una persona che si gioca nel comunicare l’avvenuta comprensione di quella verità, in una relazione di fiducia, non "uno o nessuno o centomila". <♫46'> il volto. <♫49'> Edith Stein l'autocoscienza dell'io. <♫51'> il donarsi di Hans Urs von Balthasar <♫52'> l'io dalle radici ebreo-cristiane: Dio è venuto incontro all'uomo / Abramo. <♫58'> Gesù di Nazaret: la verità coincide con la persona. <♫1h09'> il coraggio, la determinazione che nasce da una simpatia, io-noi&popolo, chiesa, moralità generativa non convenzionale, testimonianza, ragione, giudizio affezione libertà anche di educare.

 

2021.05.05 assaggi del Meeting2021 <yt> Uto Hughi: La musica, un linguaggio universale che ci apre alla bellezza. Non solo per chi la ascolta, ma soprattutto per chi la crea. Tanti che hanno ricevuto il dono del talento e della creatività portano in se l’impeto di condividere la bellezza, di trasmetterla al mondo. È questo il coraggio del Maestro Uto Ughi che al Meeting ci regalerà un’esperienza unica, grazie ad un’Orchestra di giovani musicisti che dirigerà in uno spettacolo in cui ci farà riscoprire in modo straordinario che siamo fatti per il bello.

 

↑2017.11.19 <youtube et testo accordi> Ho abbandonato dietro di me ogni paura ogni dubbio perché una grande gioia mi sento in cuor se penso a quanto è buono il mio Signor.

 

↑2017.04.29 <youtube testo>: He give her water: Oh Jesus, he gave her water - You know my Jesus gave her water - Oh Jesus gave her water - And it was not from the well

 

↑2017.03.12 Un’amica mi segnala questo spettacolo del clarinettista Martin Fröst, Genesis, un racconto surreale che si muove attraverso la storia della musica, un progetto transfrontaliero in collaborazione con la Royal Philharmonic Orchestra di Stoccolma.

 

↑2017.02.21 Un amico mi segnala Rodriguez (musicista) - Wikipedia e per ascoltarlo Sixto Rodriguez - Sugar Man - YouTube

 

↑2016.01.13 <tempi>: Te Deum Laudamus laudamus perché la musica ci chiama te: il giovane pianista Filippo Gorini, classe 1985, vincitore 12/12/2015 del premio internazionale Beethoven Telekom di Bonn: «mi rendo conto che la bellezza che si sprigiona nelle opere più sublimi è una chiamata fortissima a Dio, perché ... continua»

 

↑2015.10.27 A Gemona FrateGB mi parla della musica ebraica Klezmer (kley zemer = strumenti di canto) che fonde in sé strutture melodiche che provengono da differenti aree geografiche e culturali (Balcani, Polonia, Russia); immagini; esempio audio senza pubblicità

 

↑2014.12.13 apro questa pagina con l’intento di raccogliere i link online ad alcune delle sequenze musicali che più mi hanno commosso. Oggi ascolto

Romaria: (testo e traduzione): Nostra Signora di Aparecida illumina questa oscura e profonda cosa ch’è la mia vita;

Reina de la Paz (testo e traduzione) che C.Chieffo compose dopo gli attentati terroristici alla stazione di Atocha e mi tocca la frase  “mentira me destruje”;

L’illogica allegria del G.Gaber che mi colpì nei primi ’70, pur’ora con un basta

Signore delle cime