Il FORTETO di Fiesoli: da 68ttina famiglia alternativa sublimata da sinistra, a setta di abusi e orrori

Per anni il Forteto fu esibito come positivo esempio di famiglia alternativa a quella che il mainstream si propone di scardinare perché stereotipo del passato: tra i suoi difensori e/o sublimanti troveremmo Giuliano Pisapia, Antonio Di Pietro, cadudem (anche Rosy Bindi?), magistrati, sindacalisti, assistenti sociali, VIP dello spettacolo, accomunabili da nostalgie 68ttine.

<wikipedia>: creata nel Mugello nel 1977 da Rodolfo Fiesoli e Luigi Goffredi con l'obiettivo di essere una comunità produttiva e alternativa alla famiglia tradizionale in nome (a loro dire) di don Milani e delle teorie di Gian Paolo Meucci. Rodolfo Fiesoli viene condannato per atti di libidine violenta e corruzione di minorenne con alterne vicende processuali grazie anche alla difesa da parte di Gian Paolo Meucci, Ernesto Balducci e ...

Vedi anche: il Forteto- catastrofe del cattocomunismo

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 08/11/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: matrici della cultura dominante; scardinare; tanto peggio per la realtà; educazione?

 

↑2017.12.23 <corr huff Firenze fattoq> la sentenza definitiva per Fiesoli, condannato a oltre 15 anni per le violenze sugli ospiti del centro. Aveva già subito una condanna per reati sessuali alla fine degli anni ‘80 ma incredibilmente continuava a ricevere i giovani in affido. Mai partita la commissione d’inchiesta. [CzzC: un sinistro tacer che parla?]

 

↑2016.07.06 <repubblica> Forteto 11 indagati per falsa testimonianza: la richiesta di revisione del processo, sostenuta dall’avvocato Giuliano Pisapia, fu respinta dalla Cassazione. Nel 2000 la Corte europea dei diritti dell’uomo condannò l’Italia perché venivano ostacolati i rapporti fra due fratellini affidati al Forteto e la loro madre. E la sentenza ricordava la precedente condanna di Fiesoli e Goffredi.  continua

 

↑2015.06.20 <alfredodecclesia>: il Fiesoli/Forteto difeso dalla sinistra: Dal Forteto è transitata anche Rosy Bindi, che nel 2007, sul mensile Social News, gettava acqua sul fuoco: "In realtà il fenomeno della scomparsa dei minori, se pur da tenere sotto osservazione e controllo, va ridimensionato alla luce di un'attenta lettura dei dati a disposizione". [CzzC: la Bindi però nega nega <corriere> di essere mai stata al Forteto]

 

↑2015.08.28 <imolaoggi>: la vicenda Forteto ricostruita in un libro inchiesta: Setta di Stato, bambini affidati, abusi, <youtube> “amici potenti” dagli autori, F. Pini e D.Tronci: la comune era nata a seguito della contestazione sessantottina ad opera del guru Rodolfo Fiesoli, assieme all’inseparabile Luigi Goffredi; si è svelata col tempo un giardino degli orrori in cui si sono verificati abusi sessuali, minori schiavizzati, punizioni corporali <lanazione2013.01.17> <affaritaliani2016.10.10>

 

↑2015.06.20 <inkiesta>: Abusi e maltrattamenti, ecco la comunità modello del “profeta” toscano

L’ultima opera di Fiesoli del 2010 vanta, “Fili e nodi” pure una prefazione firmata da Antonio Di Pietro che, guardacaso, entra in parlamento nel 1997 candidandosi proprio nel collegio 3 della circoscrizione Toscana, cioè nel Mugello.

 

↑2015.06.17 wikipedia>: Fiesoli è condannato a 17,5 anni di reclusione per maltrattamenti e abusi sessuali, pena ridotta nel 2016.07 in 2° grado a 15 anni e 10 mesi.

 

↑2013.10.gg <wikipedia>: inizia il processo a Fiesoli/Forteto su un caso divenuto nazionale, che porterà alla condanna di Fiesoli nel 2015 per maltrattamenti e abusi sessuali

 

↑2013.01.16 <blitzq> C’è chi definisce la comunità di Fiesoli una “cassaforte di voti della sinistra”. “Il Forteto”, come ricorda Il Corriere della Sera, è una coop agricola che per quasi 30 anni è stata considerata da tutti (istituzioni, Regione Toscana, sinistra, cadudem, settori della magistratura) una delle strutture d’eccellenza in cui andavano a far visita politici, sindacalisti, magistrati. E proprio per questa “passione” della politica (soprattutto di sinistra) gli sono stati girati per decenni contributi pubblici a sei zeri (1 milione e 200 mila euro in 13 anni).

 

↑2011.12.20 <wikipedia>: in seguito alla denuncia di numerose persone, Fiesoli viene nuovamente arrestato

 

↑2011.06.16 <corriere> Rosy Bindi nega di essere mai stata al Forteto; in compenso Bruno Vespa in un Porta a Porta del 2002, dedicata alla comunità di Vicchio, disse: «In sei anni di Porta a Porta ci siamo occupati tante volte di minori, ma non abbiamo mai subito tante pressioni (come, ndr) per non occuparci di questa vicenda del Forteto».]

 

↑1985.mm.gg <wikipedia>: Rodolfo Fiesoli viene condannato per atti di libidine violenta e corruzione di minorenne. Successivamente, soprattutto grazie alla difesa di Fiesoli da parte di Gian Paolo Meucci, Ernesto Balducci e altri, la condanna non ebbe effetti pratici e Il Forteto diventerà un importante interlocutore della Regione Toscana.