ultima modifica il 18/02/2018

 

A proposito di APERTA-MENTE: con Arcigay? Prima sì; poi forse senza?

Correlati: ideologia e didattica di gender, omofobia, uteri in affitto o in comodato d’uso, diritti del neonato

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

- 2016.12.13 fui invitato alla tre giorni di Aperta-mente con una locandina che esplicitava tra in conduttori anche Arcigay: scrissi all’invitante DUE DOMANDE da presentare al tavolo del dibattito, tenendo presente come certi tifosi Arcigay avessero offeso (ad es. simulando sodomia con un Crocifisso) gli invitati della locale parrocchia cattolica al suddetto triduo.

- 2017.01.05 ricevetti da QS un nuovo invito-locandina senza l’esplicitazione di Arcigay: bene! Anche se pare che basti la conduzione di Veronica Pivetti ben tifata da Arcigay in lodevole contrasto all’omofobia condito di malcelata cattofobia.

2017.01.23 trovo in bussola manoscritta da un esponente di QS una riposta alla mia segnalazione-domanda: gli rispondo a mia volta così.

 

 

2016.12.15 rispondo ad uno dei patrocinatori di Smart-Lab che mi invia la locandina mensile dei relativi appuntamenti culturali,

Da: NC Inviato: martedì 13 dicembre 2016 22:56
A: undisclosed recipient
Oggetto: Dicembre: Eventi OFF-Side 4.0 allo SmartLab

SMART lab, Evoé Teatro e Quartiere Solidale sono lieti di invitarvi ai prossimi appuntamenti ...

stavolta con l’evento aperta-mente del 12-13-14/01/2017 qui estratto della locandina di Gen2017

Grazie, NC, per la periodica newsletter.pdf di Smart-Lab che ci informa dei relativi appuntamenti culturali.

Spero di non disturbarti se in pertinenza all’allegato mi permetto alcune domande, ovviamente rispettando la tua facoltà di ignorarmi, stanti ben maggiori priorità:

- chiedo se il pdf di programmazione mensile è trovabile anche sul sito http://www.smart--lab.org/, così come fa trovare l’Ufficio Cultura del Comune con la sua rassegna mensile che censisco qui per amici;

- con riferimento all’evento aperta-mente del 12-13-14/01/2017, chiedo pf se tu potessi far arrivare sul tavolo dei relatori DUE DOMANDE, come le seguenti mie

(1) fermo restando il dovuto rispetto verso le molteplici innocue opzioni affettive e sessuali e verso i rapporti anche omosessuali tra adulti o tra minorenni, ci chiediamo «se esiste e sia da tutelare, o no, il diritto del concepito umano di non essere programmato a nascere per essere ceduto - ancorché gratuitamente - a due gay»;

- tale domanda posi anche ad uno dei più grandi neonatologi italiani, dott Dino Pedrotti, che mi rispose come qui linko e poi anche pubblicamente quando gli rifeci la domanda in una riunione all’Urban Center;

- mi aggancio alla scontata risposta “vieni tu a porre la domanda” e alla presenza di Arcigay tra i relatori,  per formulare la seconda domanda:

(2) fermo restando il rispetto di cui sopra, chiederei agli organizzatori se ritengono che quelli di Arcigay  abbiano curato analogo rispetto mentre offendevano (ad esempio con le sceneggiate qui documentate) milioni di persone in ciò che hanno di più caro nella vita, azionando un vilipendio che approfittava vigliaccamente della certezza che, essendo esso circoscritto alla cristianità, i cristiani notoriamente diffidano dal vendicare l’offesa con male fisico alla maniera esperita da docenti e discenti di altra illuminata credenza;

ciò chiedo con buona pace di chi considerasse permalosità (per la suddetta offesa) il mio declinare l’invito all’incontro: gli basti considerare che alla suddetta vigliaccheria reagisco solo passivamente, cioè non andando ad aumentare il numero degli affollanti una platea da cui potessero sorgere applausi agli offendenti o loro simpatizzanti, ancorché io supponga che li invitati al tavolo di Smart-Lab abbiano forse disapprovato la scemenza dei loro compagni di Bologna e che tu l’abbia certamente disapprovata, essendo nota la  saggezza e il rispetto che nutri per la dignità della persona, fondamento dei diritti umani.

Nell’eventualità che la domanda venisse portata al tavolo dei relatori, gradirei che non venisse esplicitato il mio nome, per ovvia precauzione, essendo noto che i tifosi degli offendenti di cui sopra sono mediamente assai meno innocui dei papasuccubi offesi.

Buon Natale a te e ai tuoi cari. CzzC

 

Da: CzzC   Inviato: mercoledì 4 gennaio 2017 16:12
A: Nxx di TecXX
Oggetto: R: VOLANTINO ATTIVITA' DEL QUARTIERE DI GENNAIO

Carissima/i,

    grazie del solito promemoria che mi arriva da TecXX per gli appuntamenti patrocinati dal nostro QS.

Se non ti fosse di disturbo, mi permetterei alcune considerazioni in merito al patrocinio dell’evento APERTA-MENTE: noto che nel tuo allegato pdf di invito non si legge la provenienza Arcigay di certi relatori rispetto a quanto più estesamente ha potuto esplicitare la locandina mensile con gli appuntamenti culturali di SmartLab per l’evento in parola del 14Gen:

dal tuo tuo allegato pdf

dalla locandina di SmartLab

Con riferimento a tale evento, chiedo per favore se tu potessi far arrivare sul tavolo dei relatori un PAIO DI DOMANDE esterne, così:   .... vedi qui sopra le domande poste a NC il 15/12/2016

Buon anno a te e ai tuoi cari. CzzC

-------------------- messaggio originale ----------------------

Da: TecXX  Inviato: martedì 3 gennaio 2017 10:55  A: Nxx
Oggetto: VOLANTINO ATTIVITA' DEL QUARTIERE DI GENNAIO

Buongiorno e buon Anno a tutti! Allego volantino con le attività del mese di gennaio.

 

2017.01.05 ricevo nuova locandina, senza riferimento ad Arcigay

Da: TecXX   Inviato: giovedì 5 gennaio 2017 11:35  A: Nxx
Oggetto: Fwd: I: OFF-side Diritti e Rovesci: FESTIVAL APERTA-MENTE / 12-13-14 gennaio SMART lab / Madrina del Festival: Veronica Pivetti

Da: NC Inviato: giovedì 5 gennaio 2017 10:10 A: NC
Oggetto: I: OFF-side Diritti e Rovesci: FESTIVAL APERTA-MENTE / 12-13-14 gennaio SMART lab / Madrina del Festival: Veronica Pivetti

Direzione Artistica Evoè!Teatro / Smart, in collaborazione con Quartiere Solidale

12-13-14 gennaio 2017  SMART lab, Rovereto Festival APERTA-MENTE

Tre giorni di eventi, spettacoli, dibattiti e film sulle tematiche legate all'orientamento sessuale e all’identità di genere. Dignità, diritti, rispetto e sicurezza per le persone omosessuali e transessuali e per i bambini nati in famiglie dove i genitori sono dello stesso sesso. Madrina del Festival: Veronica Pivetti

Il Festival Aperta-Mente è stato ideato all’interno della Rassegna di Cultura&Teatro OFF-side da Ass. SMART e Evoè!Teatro in collaborazione con A.GE.D.O nazionale [CzzC: associazione di genitori, parenti e amici di persone LGBT] , con il contributo di Fondazione Caritro, Vector spa, Comune di Rovereto, Comunità della Vallagarina, in collaborazione con Circoscrizione Rovereto Nord e il progetto 33 Trentini. Durante il Festival si alterneranno momenti rivolti a tutti ed altri specifici per i ragazzi. Ecco di seguito il programma completo

GIOVEDI’ 12/01 ore 20:45 EVENTO PER TUTTI: (spettacolo di teatro-danza) COMUNI MARZIANI. Ovvero dell’omosessualità e dell’affettività, di Stefano Botti e Aldo Torta / Con Stefano Botti, Francesca Brizzolara, Francesca Cinalli, Riccardo Maffiotti, Aldo Torta, Elena Valente /  Musiche di Paolo De Santis / Compagnia Tecnologia Filosofica (TO) / Luci Cistian Perria. Spettacolo vincitore di Ri-Generazione 2007 del SistemaTeatroTorino / Produzione Tecnologia Filosofica / con patrocinio Regione Piemonte, UNAR e Amnesty International. ...

VENERDI’ 13/01 ore 10.30 EVENTO PER RAGAZZI: (spettacolo di teatro danza) COMUNI MARZIANI: dalle 19:30 EVENTO PER TUTTI: (film e dibattito): Né GIULIETTA Né ROMEO con la partecipazione di Veronica Pivetti; ore 19:30 Apericena; 20:30 presentazione e proiezione del film "Nè Giulietta nè Romeo", diretto da Veronica Pivetti; a seguire dibattito con Veronica Pivetti e Elena Broggi, Vice Presidente A.GE.D.O. Nazionale

SABATO 14/01 ore 14:30 EVENTO PER RAGAZZI:  (film e dibattito) Né GIULIETTA Né ROMEO con la partecipazione di Veronica Pivetti; proiezione del film "Nè GIULIETTA Né ROMEO" diretto da Veronica Pivetti e prodotto da Giovanna Gra. Dalle 16:00 alle 18:00 incontro con Elena Broggi [CzzC: qui ringrazia don Gallo] vicepresidente A.GE.D.O nazionale, Marco Coppola presidente di Rompere le Catene, Francesca Vecchioni Presidente Diversity, Enrico Ragaglia Psicologo, Veronica Pivetti Attrice – Regista, rivolto agli studenti, ma aperto anche agli adulti. Durante la conferenza verranno esplorati i temi relativi a pregiudizi e stereotipi sulla transessualità e omosessualità, si definiranno i concetti di identità, orientamento e ruolo di genere e si rifletterà sui diritti per le persone omosessuali e sul bullismo omofobico.
ore 18:00 EVENTO PER TUTTI: (film e dibattito) dalle 18:00 alle 19:30 visione del film documentario  “DUE VOLTE GENITORI” prodotto da A.GE.D.O. con la Commissione Europea nel ambito del progetto internazionale Daphne II “Family Matters – Sostenere le famiglie per prevenire la violenza contro giovani gay e lesbiche” ... Alla visione del film sono invitati gli insegnanti, gli educatori e i genitori, ma anche gli studenti presenti al pomeriggio
dalle 19:30 Apericena e incontro con Elena Broggi vicepresidente A.GE.D.O nazionale, Marco Coppola presidente di Rompere le Catene, Francesca Vecchioni Presidente Diversity, Enrico Ragaglia Psicologo, Veronica Pivetti Attrice – Regista

In allegato la locandina del festival [CzzC: stavolta senza riferimento esplicito ad Arcigay; basta Veronica?]. Tutti gli eventi si svolgeranno a Smart lab (viale Trento 47/49, Rovereto)

 

23/01
2017

Dopo aver presentato le suddette 2 DOMANDE per il tavolo dei relatori di Aperta-Mente, oggi trovo in bussola una risposta manoscritta da Nx, cui rispondo a mia volta così, riprendendo solo parte della sua lettera originale per ovvie ragioni di privacy.

01/08
2016

<facebook Arcigay> un grazie davvero a Veronica Pivetti per essere venuta a trovarci!

23/11
2015

<nbq; gay.it iodonna>: Veronica Pivetti commenta così l’uscita del suo film film "Nè Giulietta nè Romeo" sul sito Cinema gay: “In questo Paese fortemente omofobo il figlio maschio è una specie di totem intoccabile. In Italia c’è un’assoluta chiusura su questo tema, è un Paese pieno di pregiudizi. Non illudiamoci: molta psichiatria pensa ancora che sia una malattia da curare, siamo in un Paese tremendo”. L’intervistatore le chiede “Ti è mai capitato di innamorarti di un omosessuale o di una donna?”. La Pivetti così risponde: “Chissà quante volte! È un mondo ingiustamente sommerso, lavora molto ‘sotto copertura’. È quanto di peggio possa succedere per i sentimenti. Da bambina ero pazza di una mia compagna, anche nell’adolescenza volevo sposare una ragazza all’oratorio, più grande di me, un’educatrice. Credo che si debba essere molto liberi riguardo alle proprie pulsioni sessuali, bisogna assecondarle, seguire il proprio cuore. Sembra una frase da collezione Harmony ma bisogna fare quello che desideriamo fare. Frustrare le proprie pulsioni naturali non può che portare dolore e sofferenza. Bisogna essere sinceri con se stessi e liberi”. [CzzC: evviva la libertà tra adulti, che non faccia danni al prossimo, ma cara Pivetti, come la mettiamo con la giustizia di chi programma la nascita di un essere umano per cederlo a due gay? Ritieni che «esista e sia da tutelare, o no, il diritto del concepito umano di non essere programmato a nascere per essere ceduto - ancorché gratuitamente - a due gay»?]

13/11
2015

<gayTv>: Veronica Pivetti: “i gay una minoranza? io non ci credo!”. Veronica Pivetti è inarrestabile. Il 19 novembre esce nelle sale il suo primo film da regista, Né Giulietta né Romeo, e lei è impaziente di scoprire se piacerà al pubblico. Soprattutto alla comunità gay, ma non solo.