NONVIOLENZA

<wikipedia>: il principio della nonviolenza venne teorizzato formalmente negli anni venti del Novecento dal Mahatma Gandhi e applicato dal movimento anticoloniale indiano, che lo correlava al principio di origine induista e buddhista dell'ahimṣā; all'esempio di Gandhi si sono richiamati esplicitamente Martin Luther King e diversi movimenti pacifisti, ecologisti e per i diritti civili, soprattutto a partire dagli anni sessanta. Il principio ispira forme di lotta politica che si astengono dal fare male fisico ma possono implicare disobbedienza e boicottaggio (non sabotaggio alla Erri De Luca).

La nonviolenza predicata da Gesù va anche oltre il non ricorso al male fisico: Luca 6, 27-38: «Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano».

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 28/02/2020; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: maestri di odio, armi vendute da Us-Ue anche a islamisti persecutori di inermi; danni in lfb; terrorismo; non bombardare; Usa contro Eurasia

 

2019.04.30 MAESTRI DI ODIO islamista e induista, MAESTRI DI RAZZISMO religioso: l’ODIO non sarebbe così diffuso se non fosse alimentato da maestri di odio, da cattivi maestri.

 

2018.07.31 È possibile difendere gli oppressi anche senza invocare armi assassine? [CzzC: ti chiederei se ritieni che S.Ignazio di Loyola o Gandhi avrebbero approvato il gesuita Dall'Oglio che nel 2013.07 sibilava le seguenti paroline di nonviolenza ... continua]

 

↑2011.12.gg <CoopTraConsum di Alberto Conci> È sempre più chiaro che i processi rivoluzionari nonviolenti sono molto più efficaci di quelli che utilizzano la violenza. Perché cercano una trasformazione più profonda, incidendo sui processi politici e sulla struttura delle relazioni sociali