ESKIMO, abbigliamento simbolo dei 68ttini, ancorché poi incravattati ...

<wikipedia>: Milano, inizio anni settanta: due manifestanti a sinistra ed al centro indossano l'eskimo. [CzzC: sarebbe interessante scoprire di quei volti su che scranni abbiano poi continuato a far danni incravattati, salvo rare eccezioni di resipiscenza]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 19/01/2019; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Gino Strada, Mario Capanna, vietato vietare; moda; SociologiaTN, Lotta Continua,

 

↑2016.02.06 <fattoq 2013.02.06>: Caso Mps, Gioele Magaldi: “Giuseppe MUSSARI è nella massoneria da molto tempo”: l'ex numero uno dell'Abi, dimessosi in seguito allo scandalo Mps, è un massone ... <50k.corriere> ... oggi imputato. Iniziò Medicina poi passò a Legge. «Entrò subito nella Fgci, se lo ricordano in molti per il suo marcato accento calabrese, l’ESKIMO, la kefiah, il capello lungo» ...

 

↑2015.05.31 <nn112, liberoq>: Vitalizi, anche Boldrini e Grasso colpevoli dello scandalo [CzzC: ma ancor più scandaloso è che si tenga a denti stretti i vitalizi quel 68ttino di Mario Capanna che ai primi anni 70 udivo a Milano arringare gli studenti fintandosi paladino dei poveri: urlava ritmato viva Marx viva Lenin viva Mao Tse Tung, poi la cravatta sostituì l'ESKIMO, la dea pecunia ammaliò anche i maoisti ed oggi potrebbe più guadagnare che perdere punti in gara tra candidati Vescovo quel monsignore che si dichiarasse nostalgico del ’68, attesa la analoga residuante nostalgia ai vertici di Camera e Senato]

 

↑2010.12.14 <dnaTN>: l’università di sociologia e il ’68 a Trento: i ragazzi sostituiscono i golfini e le cravatte con jeans Eskimo e clarls e si lasciano crescere barbe e capelli, mentre le ragazze optano per look più audaci con jeans e minigonne; scardinare le rigidità del pensiero, ribellione verso la famiglia e le sue regole rigide e plurisecolari, verso gli stereotipi. Video di don Farina, e di altri protagonisti di quel periodo

 

↑2004.06.15    Il gruppo Lenin di Gino Strada si distingueva per la prontezza e la capacità di intervento laddove ce ne fosse stato bisogno. Oltre all'ESKIMO e al casco da combattimento i compagni usavano portare con sé le caramelle, cioè due sassi nelle tasche e soprattutto la penna, cioè la famosa Hazet 36 cromata, una chiave inglese d'acciaio lunga >40cm nascosta sotto l'eskimo o nelle tasche del loden o ... continua