I VITALIZI a parlamentari e affini configurano un modo subdolo di privatizzare i guadagni e socializzare le perdite, perché ...

perché al momento della concessione fu surrettiziamente sottovalutato il costo sociale del pluridecennale privilegio concesso a fronte di pochi anni di servizio già ampiamente remunerato. I concessori di quel privilegio ben si guardarono dall’esplicitare a fine servizio parlamentare il valore attuariale del beneficio concesso, onde ponderare in modo trasparente l’adeguatezza o ingiustizia del premio/privilegio in termini di rapporto costi/benefici; in che senso? Se chiedessimo ad un qualsiasi fondo pensioni quanti euro avesse voluto versati una tantum per erogare un vitalizio di ~3000 €/mese netti indicizzati per 13 mesi/anno, per 45-50anni, reversibili al coniuge, avremmo in risposta una cifra sbalorditiva che svergognerebbe anche il più convinto giustificatore dei vitalizi: eppure quella cifra (almeno 1,5M€) sarebbe il valore reale del privilegio concesso, una super buona-uscita alimentante il senso di ingiustizia e il latrocinio generazionale.

ATTENZIONE, però: abolire i vitalizi parlamentari correnti, immeritati rispetto ai contributi versati, sarebbe un provvedimento ad un alto valore simbolico, ma triturabile dagli azzeccagarbugli che gli brandirebbero contro quantomeno 2 clave: «i diritti acquisiti non si toccano”, “i provvedimenti punitivi non possono essere retroattivi. Che fare? Occorre mettere in campo un provvedimento inattaccabile dai suddetti legulei, non di rado lucranti analoghi privilegi: come? Opporre un principio costituzionale più forte dei suddetti 2, ad esempio il principio de: «la legge è uguale per tutti»; in che senso? Se, scarseggiando le risorse, imponiamo ai giovani lavoratori una legge pensionistica che remunera i loro contributi meno della metà di quanto siano remunerati mediamente gli attuali pensionati con criterio retributivo e più ancora i prepensionati, dobbiamo adeguare la legge, perché così non sarebbe «uguale per tutti» e non correggerebbe il latrocinio generazionale: pertanto, non solo per i parlamentari, ma per tutti i già pensionati occorre rifare il calcolo della pensione con un criterio perequatore (ad ESEMPIO QUESTO), graduabile su decenni, senza decurtazioni drastiche dall’oggi al domani: l’erario risparmierebbe ben di più che con l’abolizione dei vitalizi correnti e il provvedimento sarebbe ben difendibile anche in ambito costituzionale.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 14/08/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: pensioni, vitalizi dei parlamentari; efficientare P.A.; spending review, diritti acquisiti, perequatore generazionale

 

 

2018.08.14 non c’è bisogno di beccare granone con la burla sui vitalizi <bufala analfabeti> “Questo è B. Maggio, l’avvocato che sta preparando i ricorsi ai parlamentari”, per trovare dovizia di azzeccagarbugli che si fregano mani e tasche pronti ad incornare i tagliatori dei vitalizi correnti:

- <itoggi>: L’avvocato Paniz è pronto per la battaglia a difesa dei vitalizi;

- <giornaleTN>: Toniatti: «Misura dalla dubbia legittimità costituzionale»

- <sussidiario> storce un po’ il naso il senatore Matteo Richetti; Ettore Rosato spinge sull’acceleratore dei ricorsi; intervento durissimo dell’Associazione degli ex Parlamentari; ...

 

↑2018.07.12 <agi> L'ufficio di presidenza della Camera ha dato il via libera alla delibera del presidente Roberto Fico che taglia i vitalizi degli ex deputati, ricalcolando gli assegni percepiti in base al metodo contributivo. I sì sono stati 11: 9 della maggioranza (M5s e Lega), 1 del Pd e 1 di Fdi.

 

↑2017.07.31 <fattoq>: ai microfoni de La Zanzara (Radio24) Mario Capanna coi suoi 5k€ netti al mese di vitalizio commenta così la legge che ridimensiona i vitalizi: roba da mentecatti politici, questa legge è la premessa per depredare milioni di italiani, il vitalizio non è un privilegio, non si era mai visto un provvedimento retroattivo, verrà bocciato dalla Corte Costituzionale.

 

↑2017.07.10 <avvenire>: Ue contro Renzi, lite sul rigore dei conti: Eurogruppo e Commissione bocciano l’idea di "rottamare" l’accordo Ue tenendo il deficit al 2,9% per 5 anni: «l’Italia deve continuare a ridurre il suo deficit, per invertire la rotta del debito troppo elevato: pesa sulle generazioni future e impedisce di finanziare i servizi pubblici» [CzzC: tagliare i diritti acquisiti da chi se li creò in debito posteri! Continua]

 

↑2017.03.13 <ladige>: L'ex consigliere Vincenzo Passerini rinuncerà al vitalizio, che dal 4 dicembre prossimo avrebbe diritto a ricevere dalla Regione Trentino A/A

 

↑2015.05.15 <liberoq>: Stefano Rodotà è tra i campioni dello spread dei vitalizi, ovvero la differenza tra quanto versato di contributi e quando effettivamente incassato come rendita. [CzzC: privatizzare i guadagni, socializzare le ... tipico di potenti matrici]

 

↑2015.04.29 <ilfattoq>: Emilia Romagna vota contro la riduzione dei vitalizi degli ex consiglieri regionali: bocciato emendamento M5S per portare la base del calcolo della "pensione" dagli attuali 8250 euro a 5000 euro lordi. [CzzC: divenissero rossi anche di vergogna ...]

 

↑2015.03.25 <trentino> Vitalizi in Trentino: nomi e importi di ex consiglieri che hanno fatto ricorso, chi contesta il taglio del 20% del vitalizio, le vedove che contestano, chi deve restituire tutto in attesa dei 60 anni.

 

↑2015.03.15 <liberoq>: Taglio ai vitalizi? Calcoli truccati: ecco quanto guadagneranno dopo 5 anni: con due legislature la pensione è praticamente identica a quella che si percepiva prima con il vitalizio: 2.926,42 euro al mese. Perché così alta? Perché il trucco con cui le pensioni contributive dei politici restano di fatto dei vitalizi camuffati è tutto nei coefficienti di capitalizzazione che sono altissimi, quasi il doppio di quelli che valgono per tutti gli altri italiani. [CzzC: vergognose sperequazioni rispetto ai comuni cittadini, diritti acquisiti con inganno e latrocinio generazionale]

 

↑2015.03.10 <liberoq> L'ex on. Gerardo Bianco e il vitalizio: "Con meno di 3500 euro al mese andrei alla mensa dei poveri" [CzzC: il furbetto finge di non sapere che dovrebbe essere quasi decuplicato lo stipendio lordo quinquennale parlamentare che comprendesse contributi meritevoli di un cotale vitalizio col calcolo contributivo in vigore oggi: anche il suo più fedele lecchino direbbe che non lo meritava]

 

↑2015.01.23 <ilfattoq>: La Casta del vitalizio colpisce ancora. La Camera boccia emendamento taglia-pensioni dei parlamentari: solo 98 i favorevoli, 366 contrari.

 

↑2014.11.28 Propongo a VT di pubblicare questa mia lettera/proposta per un metodo utile a misurare il costo sociale del vitalizio: un’asta assicurativa. VT non pubblica.

 

↑2014.11.18 <altoadige>: È morto Moltrer, nemico dei vitalizi. Il presidente del consiglio regionale stroncato da un infarto mentre era a caccia. [CzzC: l’insulto degli animalisti a Moltrer aiuta a capire il loro collateralismo coi potenti labari: <l’adige; et> il Segretario Nazionale del Partito Animalista Europeo Enrico Rizzi si dice «Felice», aggiungendo: «Infame, adesso sai cosa vuol dire morire»]

 

↑2014.03.15 <messaggero>: Renzi: bisogna eliminare i vitalizi: abolite in 7 regioni su 20, resistono in 13, quelle per le quali non si è ancora votato dopo la legge di fine 2012 che li ha soppressi.

 

↑2010.10.23 Clicca qui per leggere i nomi dei 498 parlamentari che si opposero alla rinuncia al vitalizio.

 

↑2008.mm.gg Per la lista appresso indicata, ma aggiornata al 2008, clicca qui.

 

↑2007.mm.gg Vitalizi dei parlamentari: con dati aggiornati al 2007 qui di seguito leggeresti i nomi e gli importi dei vitalizi percepiti da parlamentari

Per la lista della lettera A, clicca qui.

Per la lista della lettera B, clicca qui.

Per la lista della lettera B, clicca qui.

Per la lista delle lettere D ed E, clicca qui.

Per la lista dalle lettere F e G, clicca qui.

Per la lista dalla H alla M, clicca qui.

Per la lista dalla N alla R, clicca qui.

Per la lista dalla S alla Z, clicca qui.