IMAGINE di JOHN LENNON: auspica un idillio di pace, ma con quale fondamento etico?

Utopia tanto materialista da escludere esplicitamente elementi di trascendenza?

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/08/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: la legge naturale sarebbe cangiante? Quesito  all’Uff.Catech.Diocesano

 

2021.08.02 <aleteia>  vescovo ausiliare di Los Angeles, monsignor Robert Barron, mette in guardia sull’ideologia del testo di Imagine, perché induce a giudicare la religione come una fonte di grandi mali, quando di fatto le ideologie atee si sono dimostrate molto più letali. Cantata all'apertura dei giochi di Tokyo, è considerata un inno alla pace con una visione del mondo idilliaca senza più preoccupazioni per il futuro, con un'ideologia materialista che prescinde dalla trascendenza spirituale. «Immagina che non esista il Paradiso; è facile se ci provi. Non c’è inferno sotto di noi; sopra di noi solo il cielo». Significa che non c’è alcun criterio assoluto per il bene e il male. Non c’è un giudizio morale”.

 

2021.05.11 <tempi> Benedizione coppie gay in Germania con cerimonie condotte da donne in abiti liturgici, gruppi che suonano “Imagine” di John Lennon, slogan Lgbt (“L’amore vince”). «Lo scisma è già realizzato in modo latente»