modificato 22/01/2017

 

A Celentano che auspica chiusura di Avvenire e Famiglia Cristiana

Correlati: dis-informazione illuminata da matrici della cultura dominante, pubblicità

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

A proposito di Paradiso, ti è mai capitato, con almeno altrettanta fregola sermonica,

- di invitare a chiusura gli affari di qualche compagno di merende che ne portava i proventi in paradisi fiscali?

- o di svergognare qualcuno che si vantava di aver fatto la carità in città famose per il «turismo cosiddetto sessuale, al quale sono sacrificati tanti esseri umani, perfino in giovane età (traggo da qui, §61)», a mercanzia di minuti di paradiso?

 

 

Da: CzzC   Inviato: mercoledì 15 febbraio 2012 23:38
A: A.Celentano presso http://www.clancelentano.it/
Oggetto: da chi ti apprezzava dalla via Gluck

Caro Adriano,

dopo aver visitato il tuo blog ufficiale, vengo a te con questa mia per porti alcune DOMANDE su stralci del tuo monologo TV di ieri sera a San Remo, non prima di essermi contestualizzato.

IL CONTESTO delle domande

- Sono un ex giovane come te, che ti apprezzava fin dai tempi della tua prima via Gluck, confermato dalle sue fantastiche riedizioni.

- Non ti scrivo per sostenere quelli che vorrebbero bloccarti il compenso RAI e che ce l’hanno con la discrezionalità della tua donazione: se contratto facesti, i soldi son tuoi e avresti il diritto di sprecarli o di donarli a tuo piacimento.

- Non ti scrivo nemmeno per enfatizzare certi giudizi contro di te che, squalificandoti con aggettivi ironici (ignorante, disinformato, vecchio obsoleto, supponente, ipocrita, sermonante confondente fede e politica, cristianesimo e sincretismo, insulti e profetismi, ...) o redarguendoti più pacatamente, pullulano su giornali, TV e Internet in queste ore in merito ad esempio alle tue accuse ad Avvenire e a Famiglia Cristiana, più relativo auspicio per la loro chiusura;

- anche a me l’accenno alla chiusura suscitò brividi già indotti da noti regimi, e non mi stupisco che la diocesi di Pistoia abbia reagito invitandoti ad abbonarti al Manifesto che sarebbe tra le testate più vicine al burrone di chiusura ancorché non tra le più vicine alla Chiesa;

- anch’io ho qualche perplessità su certi articoli di Famiglia Cristiana: sarei più convinto dell’utilità di Avvenire, sia come fonte informativa obiettiva, sia come aiuto nel cammino di fede, tant’è che mi presto a venderne 15 copie dopo Messa ogni domenica, ma son certo che tanti fratelli di fede avrebbero un giudizio di merito inverso, e non mi turba questa differenza di valutazione, mentre non avevo trovato finora alcuno che invocasse la chiusura della testata meno benvisa.

- Non ti scrivo nemmeno per accusarti di aver sparacchiato sulle due testate cattoliche come reazione personale a due loro pronunciamenti

Famiglia Cristiana aveva criticato la tua beneficenza promozionale;

Avvenire aveva scritto che con quel che costi tu alla Rai per una serata si potevano non chiudere le sedi giornalistiche Rai nel Sud del mondo e farle funzionare per un anno intero.

No, la questione che mi preme non sarebbe questa, è altra, e permettimi di supporre che non verrei ironizzato da te se parlassi di Chiesa e fede, sapendoti fratello in ciò; so inoltre che il frate che ti conosce bene (ti sposò con Claudia di notte, lontano dai riflettori) già ti ha assolto per le sparacchiate di ieri (anche se altri frati di Assisi ti danno dell’esagerato);

- perciò permettimi di sottolineare come più sorprendenti le tue uscite sul piano pastorale (osate da un palco che confliggerebbe coi pulpiti della fede se fossero veri ad esempio i fatti narrati da costui, o certe chiacchierate imposizioni out-out): hai aggredito verbalmente chi, a tuo avviso, avrebbe smesso di parlarci dei progetti di Dio e della vita eterna, e allora oso tentarti una CORREZIONE FRATERNA, scusandomi fin d’ora se finissi per irritarti:

- è vero che qualche prete ironizza chi ci parla troppo della vita eterna: senti ad esempio cosa dice questo don, inviatoci dalla Diocesi come esimio catechista giovanile «Le mamme smettano di giocare con la VITA ETERNA, troppo eterea per i giovani che vogliono vivere prima di morire. E se il libro di Augias contro il Vaticano va a ruba come il libro del Papa, cerchiamo di capire anche Augias»;

- ma non mi pare che costui sia copiato da Avvenire o da Famiglia Cristiana, alle cui redazioni, per contro, stanno giungendo migliaia di attestazioni di cattolici come te che da quelle testate si sentono aiutati proprio nella sequela di Cristo,

- quel Cristo concreto presente qui ed ora che ben si sporcherebbe le mani con i nostri affari quotidiani, dei quali la politica è componente assai importante come ci ricorda continuamente la Chiesa sollecitandoci alla cittadinanza attiva;

- e se, invece della Chiesa seguita da Avvenire, ti paresse don Gallo il modello migliore da seguire per Cristo, saresti padron di pensarlo, Adriano, ma non mancare di rispetto ai fratelli di fede che aiutano i drogati anche senza farsi pubblicità con una multa cercata platealmente, o che soccorrono gli ultimi nelle stazioni e sui marciapiedi anche senza schizzare fango sugli uomini politici a te invisi, salvando quelli per i quali faresti campagna elettorale; don Gallo ovviamente ti ringrazia per ieri sera;

- e altrettanto ovviamente tu puoi permetterti di seguire in fatto di fede lui o altri sedicenti profeti criticanti il Magistero Petrino, anziché quest’ultimo, ma potresti anche rispettare l’esperienza di altri cattolici che, come me, additano altri modelli e guide, avendo incontrato più inganni dai sedicenti profeti che dal successore di Pietro e dai vescovi a lui strettamente uniti, il che senza scendere al qualunquismo che addita criminali pure quelli di PRC, come l’ex sindaco di Gubbio (PRC mi pare sia partito tifato dal suddetto don Gallo);

- se mi stai chiedendo “come la mettiamo con la pedofilia dei preti tollerata dal Magistero petrino?”, eccomi:

- giusto oggi a pagina 2 il quotidiano che tu vorresti chiuso pubblica la seguente notizia: dal 26/03/2010 si intonò per settimane sulla maggior parte dei media un coro di accuse in parola contro Benedetto XVI, Bertone e Sodano, derivate dalla tesi accusatoria dell'avvocato Jeff Anderson, il quale ora, non potendo provarla, ha preferito rinunciare alla battaglia legale e a una dura sconfitta;

- su molte testate degne di sopravvivere, che 2 anni fa megafonarono il Papa reo, non credo che tu abbia letto a doverosa ricostruzione della verità la notizia che ti ho riportato: la lessi su Avvenire.

- Se mi stai chiedendo di venire al dunque con le domande più importanti, visto che le sottintese precedenti lo sarebbero meno, eccomi.

 

LE DOMANDE

1) E’ tutta farina del tuo sacco l’istanza di chiusura di Avvenire e Famiglia Cristiana di ieri sera (con relativa invasione del piano cattolico-pastorale), oppure la sparacchiata ti fu suggerita da qualche tuo consulente economico per l’indubbio effetto mediatico-pubblicitario che sarebbe stato indotto dalla conseguente bagarre, ovviamente prevista da esperti di comunicazione come voi?

- La seconda ipotesi sarebbe a tua parziale discolpa, perché anch’io mi sporcherei le mani per sopravvivere, non per me, ma per le creature che ancora hanno bisogno di me;

- in ogni caso permettimi di ritenerti più furbo di quanto vorresti darci da bere col tuo “Sono e resto il re degli ignoranti”.

2) Ti han fatto qualche torto quelli di Avvenire, visto che anni fa scrivevi per tale quotidiano cattolico?

3) A proposito di Paradiso, ti è mai capitato, con almeno altrettanta fregola sermonica,

- di invitare a chiusura gli affari di qualche compagno di merende che ne portava i proventi in paradisi fiscali?

- o di svergognare qualcuno che si vantava di aver fatto la carità in città famose per il «turismo cosiddetto sessuale, al quale sono sacrificati tanti esseri umani, perfino in giovane età (traggo da qui, §61)», a mercanzia di minuti di paradiso?

 

Se dentro di te prevalesse ancora l’Adriano che conobbi alla via Gluck, non avrei dubbi sulla risposta.

Un abbraccio fraterno in Cristo.

 

CzzC

…..

P.S.

1) Se rileggendo trovassi da correggere o da implementare, ciò farei qui.

2) il 29/02/2012 vedo che altri ti hanno scritto analogamente in merito: condivido particolarmente quanto ti scrisse questo missionario laico