modificato 28/12/2016

 

Se l’ascensore sociale portasse chi più serve il bene comune, anziché i filtrati dalle solite lobby ...

Correlati: merito e sistema premiante, latrocinio generazionale, debito, perequatore, giustizia

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Col termine di ascensore sociale vorremmo <definire> un processo che agevola la salita tra i diversi strati che formano la società. Leggo da <A.Cazzullo, Stampa, 21/08/1999p20>: notevoli erano le potenzialità di ascensione sociale dei nostri giovani negli Anni Cinquanta e Sessanta, pur con minore scolarizzazione, mentre oggi è il capitalismo a determinare tutto, sia dove la mobilità sociale è elevata, sia dove la difesa ad oltranza dei privilegi di vecchie consorterie tiene bloccato l’ascensore sociale che permetterebbe il ricambio. Passi se tra tali consorterie ci fosse solo il vecchio nepotismo! È lo strapotere delle lobby ideologico-affaristiche e partitiche che filtra i potenziali fruitori degli ascensori sociali, ben al di là delle buone intenzioni di chi continua a ritenere che sia l’istruzione il principale motore dell’ascensore sociale: vedi qui 2016.12.14 il caso Fedeli.

 

 

27/12
2016

Nell’ambito del mio volontariato pro ricerca lavoro per giovani, mi telefona il padre di un 26enne N1 (scuola professionale elettricista) che non riesce ancora a trovare impiego (salvo brevi periodi): una ditta stava chiamando N1, vistone il CV, perché lo riconobbe referenziato da un suo fornitore, ma dovette preferirgli un N2 indicatogli da un suo cliente C2, che non conosceva N2, ma N2 era stato raccomandato a C2 dall’assessore XY che aveva agevolato a C2 un affare con l’ente pubblico.

14/12
2016

Anch’io credo che l’istruzione sia uno dei motori dell’ascensore sociale, ma con qualche eccezione: ad esempio ci potrebbe essere un momento in cui, dovendosi accontentare un sindacato illuminato come la Cgil, dovendosi premiare onerose proposte di legge a supporto dell’illuminata gender didattica, una non laureata diventi ministro dell’istruzione, ricerca e Università, con tutto il rispetto per lei, ovviamente!

2013

Traggo da Gran Loggia Svizzera Alpina: Regola massoneria svizzera 1782: quando senti i limiti della tua natura finita e la tua anima si rattrista, vieni nei nostri templi, osserva l’insieme sacro dei benefici che ci unisce e concorrenti efficacemente, secondo tutte le tue facoltà, ai piani ed agli impieghi utili che l’associazione Massonica ti presenta e che realizza, assapora i dolci frutti delle nostre forze combinate e concentrate per uno stesso obiettivo; allora le tue risorse si moltiplicheranno [CzzC: i termini che ho evidenziato, pur scritti oltre due secoli fa, sono perfetti nel linguaggio odierno della ... continua ]

20/11
2012

<madreCh et tt > un pentito della Massoneria, Leo Moulin «Spesso affiliarsi è condizione indispensabile per fare carriera nelle università, nei giornali, nelle case editrici: il mutuo soccorso tra i “fratelli muratori” non è un mito, è una realtà ancora attuale».

2002

Potenti matrici della cultura dominante coprono errori e favoriscono l’ascensore sociale: se passassi nella loro tifoseria, ti si aprirebbero più facilmente tante porte profittevoli ed eventuali tuoi errori sarebbero più facilmente copribili. Ad esempio ecco come mi descrisse 2002 la profittabilità di lobby della specie un loro adepto emi-pentito, ... continua