Cosa significa “di DEFAULT”? (difetto, mancanza inadempienza), ma anche "Resta inteso che ...

cioè il significato prevalente da dare ad una affermazione o negazione per la parte di essa che non sia esplicitamente precisata. Ad esempio?

- Nell’affermazione «tutti gli uomini sono uguali» è comunemente inteso (di default) che non si intendono solo i maschi ma tutti gli esseri umani indipendentemente dal loro sesso genetico.

- Nell’affermazione: «tutti hanno diritto alla libertà di espressione» resta inteso (di default) che tale diritto, come ogni altro diritto, sussisterebbe finché non ne ledesse altri, nella fattispecie col reato di diffamazione o di istigazione a delinquere, ...

Quando il significato di default non fosse scontato, sarebbe opportuno che il mittente del messaggio esplicitasse il suo intendimento, onde evitare equivoci, il che avviene sovente nel mondo degli azzeccagarbugli, dal che la verbosità dei contratti.

Il termine default può avere sfumature di significato diverse a seconda del contesto di utilizzo: ad esempio

- l'Argentina cerca di evitare un altro default (fallimento del debito pubblico)...

- in ambito ICT (informatica e comunicazione), il termine default si ferisce al significato da dare alla risposta di un messaggio (o alla risposta di un sistema) in assenza (per difetto, cioè in mancanza) di interventi espliciti (all’origine del messaggio o a precisazione del medesimo);

- per altri significati del termine default vedi Wikipedia

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 14/08/2020; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: significato delle parole

 

2020.08.14 Un esempio di significato diverso da quello in titolo: <sussidiario> L’Argentina ha da poco raggiunto un accordo coi creditori per evitare il default, ma all’orizzonte incombe ancora tempo incerto. Rispetto alle entrate l'Argentina continua ad avere giganteschi livelli di spesa pubblica con circa 22 milioni di persone (sui 43 di abitanti) che vengono mantenuti dallo Stato, tra i quali oltre ai pensionati e agli impiegati della Pubblica amministrazione ci sono i 7-8 milioni di argentini che vivono di sussidi.