modificato 26/02/2017

 

Malawi: nazione povera pesantemente indebitata HIPC

Correlati: povertà

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<wikipedia>: 15M ab (quadruplicati in 50 anni), 55% protestanti, 20% cattolici, 15% musulmani. Heavily Indebted Poor Country (HIPC). L'HIV è la prima causa di morte (15% sieropositivi). La capitale è Lilongwe 500k ab.

 

 

15/09
2016

<internazionale>: Senza cibo in Malawi: particolarmente colpite dalla siccità, molte persone sono rimaste senza cibo a causa della scarsità dei raccolti.

09/06
2016

<internazionale>: tra 7000 e 10000 persone albine in Malawi vivono un calvario quotidiano esposte a violenze e intimidazioni. L’ albinismo è un’anomalia genetica ereditaria caratterizzata da una depigmentazione della pelle in assenza di melanina.

08/11
2015

<lucedimaria>: Thomas Luke Msusa, ora arcivescovo di Blantyre /Malawi, si era convertito al cattolicesimo dall’islam; ha 53 anni, è vicepresidente dell’associazione di 8 Paesi delle Conferenze Episcopali dell’Africa Orientale. Parla della sua conversione e di quella del padre, che era un imam musulmano. Tante conversioni merito anche di Radio Maria: quando non c’era, ascoltavano solo propaganda contro la Chiesa cattolica, ma ora hanno saputo la verità sulla Chiesa.

19/02
2015

<comboni>: il Malawi dice no alle spose bambine: una legge che vieta di contrarre matrimonio prima dei 18 anni di età è stata approvata ieri dal Parlamento del Malawi, Paese dove circa la metà delle ragazze diventano spose ancora minorenni. «È fondamentale sostenere le donne e le donne non possono affermarsi se non sono istruite», ha detto, subito dopo il voto a favore della nuova legge, la deputata Jessie Kabwila. [CzzC: ritengo che questo successo sia correlato anche al rapporto cristiani/musulmani in Malawi maggiore di 1; aspettiamo con fiducia di vedere analoghi risultati nei Paesi dove tale rapporto è invertito]