Arte di ANGELICA LIDDELL che si racconta bambina in masturbazione con un crocifisso

<giornale 25/08/2015>: L'opera teatrale di Angelica Liddell sarà rappresentata a settembre a Vicenza. Dal palco l'artista racconterà come da bambina si masturbava con un crocifisso. L'amministrazione comunale di sinistra pare contenta di quest’arte. Ancora nessuna presa di posizione ufficiale della Curia, per quanto al vescovo Beniamino Pizziol siano arrivate segnalazioni di cattolici indignati.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 10/03/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: arte offensiva, cattofobia

 

2021.03.08 condivido su fb il parere di Umberto Folena: un pernacchio a Sanremo in stile Totò, con l'arte dell'ironia piuttosto che reagire indignati facendo il gioco pubblicitario di spettacoli traballanti semibolliti che negli anni han tentato di tenersi su ricorrendo a battute blasfeme, canzoni sataniche, vilipendio del Pontefice, anticlericalismi assortiti che donano quarti d’ora di visibilità a divi artisticamente moribondi. È quanto U.Folena ha provato a fare, ad esempio, prendendo in giro Angélica Liddell, che nel 2015 mise in scena a Vicenza uno spettacolo ... . O quando il 2001.02.06 liquidò Marilyn Manson con un con un “fuck you”. <tempi> La blasfemia con le paillettes, il coro unanime che osanna i “quadri” di Achille Lauro e guai a chi volesse protestare per lo schiaffo dato con il sogghigno di chi sa cosa vuol colpire.

 

↑2015.08.25 [CzzC: pur se la notizia fosse da prendere CBDI, osserverei: la gerarchia cattolica è costretta a bisbigliare a testa bassa per paura che, oltre ai soliti massoni, arcigay e uaar, le si scatenino contro anche i Valdesi, ancorché questi ora, da poco ingalluzziti per la ns richiesta di perdono, potessero sbeffeggiarci meno di quanto fecero col loro pastore A.Esposito che ingiuriò i cattolici come rappresentanti dell’odierna inquisizione perché si erano permessi la libertà di espressione di contestare la merda artistica lanciata sul volto di Cristo: "integralisti, bigotti, ignoranti, oscurantisti, che mettono all'indice opere sgradite, mentre l’arte si legittima da sé ...”]