Purché sia esibita sensualità

Fece scalpore il giudice delle minigonne obbligatorie, quel Bellomo del Consiglio di Stato, destituito 2018.01 perché voleva che le ragazze contrattualizzate promuovessero l’immagine della società anche con tacchi alti, trucco e gonne particolarmente corte. Ma se tutte le ragazze carine dovessero dire quanto la loro esibizione di sensualità sia stata premiata dal datore di lavoro, più o meno esplicitamente pretesa ...

Bene la destituzione di Bellomo, ma quanto pare ipocrita quel “per tutelare l’immagine della magistratura”, come se questa destituzione bastasse alla catarsi: quanto son pochi gli altri più sicuri di farla franca?

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità,  modificata 12/01/2018; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: giustizia amministrata, il caso Bellomo non è sesso estorto ma, quantomeno frutto di mala educazione

 

2018.01.12 <ansa foto, corriere, vality post> destituito il giudice delle minigonne obbligatorie; Bellomo era parte del Consiglio di Stato e direttore della scuola di formazione per magistrati; ... occorrevano tacchi alti, trucco e gonne particolarmente corte. [CzzC: vedi sommario]

 

↑2013.mm.gg affiancavo un avvocato nella sala del Tribunale dove gli avvocati si presentavano uno dopo l’altro al giudice in cattedra che firmava i loro incartamenti a procedere: quando venne il suo turno, un’avvocatessa con tacchi a spillo e minigonna salì alla predella e chinò generosamente il lato A sulla scrivania per illustrare l’incartamento al giudice, mentre la sala degli attendenti sogghignava sulla scopertura del lato B.

 

↑1999.mm.gg ad un collega di lavoro parlo di problemi con la matematica lamentati da alcuni alunni del liceo frequentato da mio figlio: il collega, che ha lo stesso nome, mi chiede chi sia il loro prof, e sbotta così: «Quello famoso per alzare voti se la votata esibiva minigonna?».