Card. AGOSTINO CASAROLI: la sua Ostpolitik anni 60-70 fu utile o fallimentare per il cattolicesimo?

segretario di Stato Vaticano dal 1979 al 1990. Il suo nome fu trovato nella lista contenente i nomi di 121 ecclesiastici presunti massoni pubblicata nel 1978 dalla rivista «Osservatore Politico» di Mino Pecorelli.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 09/07/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Santa Sede; l'accordo cina-Vaticano ricalca l'Ostpolitik in titolo?

 

2022.07.07 <nbq> Nell'intervista alla Reuters papa Francesco benedice l'accordo con la Cina per la nomina dei vescovi ed esalta l'Ostpolitik del cardinale Casaroli negli anni '60 e '70, prendendola a modello. Ma quella esperienza diplomatica è stata fallimentare per la Chiesa e lo stesso sta avvenendo con la Cina. [CzzC: sono situazioni diverse, non direi "lo stesso", pur se anch'io noterei punti oscuri nell'accordo Cina-Vaticano, ed inquietanti visti gli effetti fin qui sui cattolici cinesi, non ultimo l'arresto del cardinale Zen]

 

2022.07.07 <nbq> definisce Casaroli «ministro degli esteri vaticano dal 1967»: sicuro? Chiedo verifica all'autore, che si chiede in che cosa sarebbe consistito il successo della Ospolitik firmata Casaroli riferendo fatti antecedenti il 1979 quando Casaroli fu creato cardinale da GP2°.

- nel 1971 il cardinale Willebrands andò in Ucraina, allora Unione Sovietica, per incontrare il Primate ortodosso Pimen: dovette accettare la sua dichiarazione di nullità dell’atto con cui, nel 1595, gli ucraini erano ritornati dallo scisma alla Chiesa cattolica; valse la pena lasciare inascoltati i motivi di dissenso del cardinale Slipyj al sinodo dei vescovi del 1971?

- Valse la pena destituire nel 1974 il cardinale Mindszenty dall’arcidiocesi di Esztergom, per facilitare l’avvicinamento al governo comunista ungherese?

- Nel 1974, Casaroli, ministro degli esteri vaticano dal 1967, si era recato in visita a Cuba. In quella occasione dichiarava: “I cattolici che vivono a Cuba sono felici sotto il regime socialista ... sono rispettati nelle loro credenze come tutti gli altri cittadini".

 

↑2017.10.29 <nbq>: che Papa GP1, Albino Luciani, sia stato ucciso è solo un’idea da boutade giornalistica? Luciani voleva rimuovere dei prelati progressisti come il segretario di Stato Jean Villot, Ugo Poletti e Agostino Casaroli (tutti in sospetto di massoneria?) e dare più spazio a personalità di "conservatori" come il cardinal Pericle Felici, e il cardinal Giovanni Benelli. Non è forse un caso che tutte le ricostruzioni che portano avanti dei sospetti sulla morte di Luciani, tirino in ballo proprio Villot, e, con lui, Paul Marcinkus, anche perché un'altra idea che Luciani aveva di sicuro era proprio la radicale riforma dello Ior. [CzzC: prendere cbdi]

 

2014.11.22 Rileggo con preoccupazione questa recensione delle liste rivelate da Pecorelli: non può non colpire il ricorrere nella lista di OP, oltre al nome di Casaroli, anche quelli del Cardinal Leo Jozef Suenens (1904-1996), del Cardinal Baggio, del Cardinal Michele Pellegrino (1903-1986), di Mons. Bugnini, di Mons. Angelini, del Vescovo di Trento, Mons. Alessandro Maria Gottardi (1912-2001), ... del famoso Padre scolopio Ernesto Balducci ... [CzzC: cbdi]