ministro dell’istruzione LORENZO FIORAMONTI: la cartina del mondo al posto del crocefisso nelle nostre aule scolastiche, più tablet e più docenti che li sappiano usare ...

anche più kiwi e lattuga e Vandana Shiva? <tempi 2019.12> Anche meno superficialità dei libri di storia onde soffermarsi ad esempio  sull’«ulcera di Napoleone»? Più ecobigiate? Così ritiene di superare il gap formativo della scuola italiana emerso dal rapporto Ocse-Pisa2019?

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 06/12/2019; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: formazione

 

2019.12.05 <tempi> e se l’attuale ministro dell’istruzione Fioramonti facesse parte anche dei problemi della scuola italiana oltre che essere presumibilmente parte della soluzione (ad es. per superare il gap formativo emerso dal rapporto Ocse-Pisa 2019)?

 

↑2019.10.02 alla trasmissione RAI "un giorno da pecora" il ministro istruzione Lorenzo Fioramonti <corriere.vid mp3> dice che preferirebbe una cartina del mondo al posto del crocefisso nelle nostre aule scolastiche e <Repubbl> titolò che la Chiesa è contro <yt> il ministro Fioramonti: la CEI protesta: "ha un valore educativo al di là delle religioni". Insorge il centrodestra che con Gelmini sermona: "Non è un elemento di arredo, ma testimonianza delle nostre radici". [CzzC: non mi entusiasmano le difese di origine partitica, ma ritengo che anche quella della CEI, così come ora espressa, sia una difesa destinata a perdere, se non si ancorerà a motivazioni più convincenti in termini di civiltà, quantomeno con riferimento alla nostra dichiarazione universale dei diritti umani. Continua su newsletter].

 

↑2019.09.25 <foglio googl> Scienziati contro Fioramonti: "No a Vandana Shiva". Per la Federazione Italiana Scienze della Vita l’attivista indiana, scelta dal ministro come consigliera al Miur, è una "nemica di ogni nuovo approccio razionale riguardo l’agricoltura e la produzione di alimenti”.