modificato 17/10/2016

 

Stregoneria non previde terremoto de l’Aquila: stia punita

Correlati: giustizia amministrata in relazione ai terremoti

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Stregoneria 2012.10: sei anni di carcere inflitto a sette esperti della Grandi Rischi per il sisma del 2009 dell’Aquila perché alcune persone non sarebbero morte se fossero state pre-allertate.

 

 

11/11
2014

<tempi>: L’Aquila, assolti gli scienziati “colpevoli” di non aver previsto il terremoto del 2009. Il presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), Stefano Gresta, si dichiara «contento» per la sentenza. In primo grado, gli esperti Giulio Selvaggi, Franco Barberi, Enzo Boschi, Mauro Dolce, Claudio Eva e Michele Calvi erano stati condannati a sei anni per omicidio e lesioni colpose. Il crimine? Non avere previsto il terremoto che ha distrutto

[CzzC: risero le pagine di mezzo mondo per quella sentenza]

19/01
2013

Stregoneria (qui le motivazioni della sentenza): sei anni di carcere - inflitto 22/12/2012 a sette esperti della Grandi Rischi per il sisma del 2009 dell’Aquila perché alcune persone non sarebbero morte se fossero state preallertate. [CzzC: quando udii questa sentenza, gridai "non è possibile, il mondo ci dirà che siamo imbecilli confrontando il verdetto con le attuali certezze scientifiche necessarie e sufficienti a definire responsabilità predittive in materia; vergogna italiana sotto il profilo sia giudiziario sia scientifico"; cvd oggi ...]  “Gli scienziati italiani riconosciuti colpevoli di omicidio colposo per non essere riusciti a fare magie” commenta oggi l'Washington Post, che cito senza intendere che il giudizio di questa testata sia sempre azzeccato: mi basta il buon senso sorretto da formazione scientifica, deluso da troppi azzeccagarbugli italiani. 27/10 Bersanelli sulla predittività della scienza.