Creare un precedente legale, forzare etica con il trucco semantico del “legale = moralmente lecito”

Quando la cultura dominante perorasse un obiettivo di colonizzazione ideologica ostacolato da remore etiche di chi invocasse vecchie leggi, o legge di natura o valori religiosi per non facoltizzare tale obiettivo, potrebbe sempre trovare compagni azzeccagarbugli nella magistratura creativa, abili a sfruttare qualche incertezza legislativa per “creare un precedente legale” utile ad indurre nuove norme funzionali al suddetto progetto di colonizzazione: due piccioni con una fava, perché, scontato che la maggioranza beve l’equazione “legale = moralmente lecito”, si demolisce anche il valore della suddetta remora morale o valoriale, cui resterebbe tutt’al più la riserva indiana dell’obiezione di coscienza, facilmente aggredibile con l’accusa che limiterebbe l’esercizio del diritto facoltizzato dalle nuove norme permissive.

Il precedente legale serve anche come tattica di “punto di non ritorno”, funzionale alla strategia che volesse sfruttare il cosiddetto principio della rana bollita.

Legale = moralmente lecito? «La legislazione di una generazione diventa la morale della generazione seguente» scriveva Nigel Walker

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 19/02/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: leggi e valori; obiettivi; punti di non ritorno; inganni da potenti matrici della cultura dominante

 

2018.02.02 <avvenire> Utero in affitto, Boldrini riapre lo scontro «Bisogna regolarlo».  Dellai: «Sui principi non si tratta». Ma nessuna ambiguità è accettabile. [CzzC: il solito trucco frontaliero del rientro dall'estero, e il trucco semantico che col regolare fa diventare normale; ma stavolta sono le stesse femministe a chiedere che si dica no alla barbara pratica]

 

↑2017.05.16 <tempi>: sentenza Cassazione sul kirpan. «Servirebbe una legge speciale per i sikh». Intervista a Massimo Introvigne su un “caso limite”. [CzzC: e se fosse strumentale? Ad es. per brandire “la legge è uguale per tutticontro l’obiezione di coscienza?]

 

↑2016.03.23 Il vietato vietare sottende la bulimia dei diritti individuali <asianews>: il Patriarca Kirill denuncia i tentativi a livello mondiale di approvare leggi che garantiscano all’uomo il “diritto di qualsiasi scelta, compresa quella del peccato”. “Le conseguenze possono essere apocalittiche”, ha avvertito. [CzzC: non perché Dio sia contro i diritti dell’uomo, ma perché si ritorce contro l’uomo il fregarsene di lui, fino a sublimare capricci individuali col diritto della forza contro indifese creature di Dio, ad esempio strappandole dal seno della mamma per darle a due gay. E’ un mistero il perché il limite indicato da Dio (vedi l’albero vietato ad Adamo ed Eva) appaia a volte riducente la libertà dell’adulto self made, ma intuisco opportunità di fidarsi di Dio piuttosto che del 68ttino vietato vietare. Articolo pubblicato]

 

↑2016.03.21 <tempi>: LiberalizeIt: sarebbe illogico stabilire una relazione di causa/effetto fra la permissività droghe maggiorata il 2014.03 e le atrocità del delitto Varani, ma è certo che personalità deviate esplodano dopo l’assunzione di droghe; è certo che la droga, grazie al contesto in senso lato culturale condizionato da leggi permissive, ha perso connotazioni negative e timori di punizioni. E stiamo procedendo verso un’autentica legalizzazione. Andrebbe aggiornato l’insegnamento di Nigel Walker, criminologo scomparso da poco all’età di quasi cento anni, già docente a Yale di Hillary Clinton, il quale era solito ricordare che «la legislazione di una generazione diventa la morale della generazione successiva». [CzzC: la mala equazione legale=lecito si accoppia con una mala disequazione: se per l’omicidio stradale è aggravante il fatto che l’investitore sia drogato, perché qualche magistrato illuminato tenta di brandire la droga come attenuante la responsabilità dell’efferatezza dei suddetti mostri?]

 

↑2015.07.27 <losai.eu>: Il Cardinale Sandoval denunciato perché disse: «Mi domando da dove vengano le pressioni sulla Corte Suprema, affinché vada contro la moralità e con questo distrugga un’ intera nazione. ... ». Il portavoce di una delle 12 organizzazioni omosessiste che hanno denunciato il Cardinale: «stiamo valutando azioni legali in difesa dei diritti umani, e per creare un precedente giurisprudenziale che impedisca il ripetersi di queste discriminazioni» [CzzC: io avrei usato più cautela, ma ... continua ...]

 

↑2014.10.08 «Prefetti cancellate le registrazioni degli estero matrimoniati omosex” [CzzC: caro Alfano, mi appari ingenuo o mal suggerito da infiltrati del nemico, perché fai il suo gioco innescando conflitti da lui vinti in partenza come quelli del no194 e perché non ti concentri sull’unico baluardo non cedibile: libertà di coscienza, di espressione e di educazione minacciata dagli scalfarottiani; solo da questo baluardo potremmo sostenere il no adozioni/uteri in affitto per le coppie gay quantomeno per il principio di precauzione: lascia che siano i prescrittori di male fisico ad opporsi al riconoscimento dei diritti affettivi (non adottivi) delle coppie gay: se avessimo introdotto i PACS o i DICO, non avremmo oggi l’incertezza legislativa nella quale colorati azzeccagarbugli s’infiltrano col trucco di «creare un precedente legale» pro manipolazione semantica del matrimonio].

 

↑2014.10.02 Samuel(le) Daves vuole che il tribunale lo dichiari donna senza se/ma?«È nostra intenzione richiedere dunque una nuova statuizione il cui valore diverrebbe ulteriormente determinante nel creare un ulteriore precedente legale fondamentale. Desideriamo infatti che questa divenga una nuova statuizione quasi codificata dal diritto, dove dato il lassismo del Parlamento e il freno della giunta trentina, il giudice quasi creerebbe il precedente[CzzC: gli pongo domande in aiuto al discernimento e in tentativo di correzione fraterna]

 

↑2013.08.03 Con tutte le priorità pendenti, il tribunale di Rovereto trova il tempo per dichiarare donna un 60enne che si fa terapia ormonale femminilizzante: è così grazioso che può essere dichiararlo donna anche senza passare dal chirurgo...  [CzzC: il 21/07/2015 anche la Cassazione si pronuncerà analogamente; il che non mi dispiace se non altro perché sono primariamente contrario al male fisico e trovo raccapricciante anche l’infibulazione delle bambine]