modificato 13/11/2017

 

Afghanistan: rischiano di tornare i Talebani

Correlati: diritti umani, sharia, jihad, danni da potentati, donna nell’islam

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<wikipedia>: "Repubblica Islamica dell'Afghanistan" Dopo l'attentato terroristico dell'11/09/2001 gli US invadono l'Afghanistan con l'operazione Enduring Freedom al fine di abbattere i talebani e la rete di Al-Qaida di Osama bin Laden. Al potere si insediò Hamid Karzai, che rimase capo di stato sino al settembre del 2014. Continuano gli attacchi dei talebani e la produzione di papavero da oppio, che alimenta il loro giro d’affari, è più che raddoppiata rispetto agli anni ’90. [CzzC: 2015: non appare infondata la previsione che il terrorismo islamico prosperi in loco anche dopo questa guerra, ancorché US e alleati l’abbiano iniziata come meno ingiustificata rispetto a quelle azionate contro Saddam, Gheddafi e Assad]

 

 

13/11
2017

<oasi> il jihadismo e la rottura del legame tra religione e cultura. Il primo che ha cercato di istituire un jihad globalizzato è stato Abdallah ‘Azzam (1941-1989). Palestinese con passaporto giordano e insegnante in Arabia Saudita, ‘Azzam all’inizio degli anni ’80 lancia un appello ai giovani musulmani di tutto il mondo invitandoli a combattere in Afghanistan contro i sovietici.

14/04
2017

Il cicciobomba Trump ora piace anche agli ex-detrattori <fc>: con lo sgancio della superbomba in Afghanistan, Trump completa la riconversione a quella politica di “esportazione della democrazia” che dal 1989 (George Bush Senior) connota la politica estera degli Usa [CzzC: democrazia pretesto per dissimulare l’imperialismo del petroldollaro, costasse strage di inermi peggio dei regimi abbattuti].

30/01
2016

<ansa>: “Talebani controllano 30% Afghanistan” Lo afferma Ente governativo Usa. Ma governo di Kabul nega [CzzC: gli basterà passare da nascosto a palese l’inciucio]

06/12
2015

<curioctopus>: incredibili queste foto di libertà (anche delle donne) di istruzione e di sviluppo nell’Afghanistan di 50 anni fa. [CzzC: oggi burqa e maestri di odio]

07/11
2015

<news.va>: donne scese in piazza per protestare dopo la lapidazione di Rokhshana, 19.enne uccisa dopo essere fuggita alle nozze imposte dalla sua famiglia

11/10
2015

<ansa>: altro attentato a Kabul al passaggio di un convoglio di truppe britanniche: sette feriti, tutti civili, tra cui una donna e un bambino. [CzzC: è con questo stillicidio di attentati che intendevano aver vinto la guerra gli Usa del  masso Nobel pace?]

09/10
2015

<ansa>: altri attentati a Kabul: almeno quattro civili morti e molti altri feriti in due gravi incidenti avvenuti oggi a Kabul e nella vicina provincia di Logar.

04/10
2015

<corriere>: Medici senza frontiere lascia Kunduz dopo i raid Usa sull’ospedale (almeno 19 morti e 37 feriti); Msf accusa i vertici militari Usa: «Li avevamo avvertiti» e nega che i talebani si fossero asserragliati nei pressi dell’ospedale; la città in mano ai talebani. [CzzC: cari militaristi Us, quanto inetti appaiono i vostri addestramenti: dall’Iraq alla Siria all’Afghanistan i vostri addestrati cedono al nemico come fruscelli e stanno perdendo le vostre guerre di regime change; per di più sbagliate tragicamente mira ammazzando ripetutamente innocenti e soccorritori]

21/09
2015

<avvenire>: marines hanno l'ordine di ignorare gli abusi sessuali sui minori che vengono compiuti regolarmente dagli alti ufficiali della polizia del Paese, in alcuni casi anche quando questi avvengono nelle stesse basi militari: è quanto emerge da un'inchiesta del New York Times pubblicata oggi sull'edizione online del giornale.

03/09
2015

<imolaoggi>: Islam, le donne non devono studiare: per la 3ª volta in una settimana un gruppo di studentesse ed insegnanti di una scuola femminile afghana sono state ricoverate in ospedale nella provincia occidentale afghana di Herat con sintomi da avvelenamento. [CzzC: ... commento ricordando anche il prof Campanini Uni_TN]

07/08
2015

<ansa>: Due attentati a Kabul, almeno 35 morti. Colpiti accademia di polizia e edifici governativi Afghanistan [CzzC: notiamo montare il caos e la sequenza di massacri che scoppiò in Iraq dopo la dipartita dei protagonisti del Regime change, i quali ripeterono i danni abbattendo Gheddafi e ora li stanno reiterando volendo abbattere Assad]

22/06
2015

<corriere>: Kabul, attacco al Parlamento; uccisi i 7 attentatori; oltre 30 feriti. L’attentato durante il voto di ratifica del nuovo ministro della Difesa

15/05
2015

<repubblica> talebani rivendicano 14 ammazzati in residence (un italiano): «Continueremo la jihad ... Abbiamo piani per infliggere dure perdite agli invasori»

31/12
2014

<euronews>: Che l’ammaina bandiera della missione Onu/Nato Isaf avvenga in segreto per timore di attentati la dice lunga sul suo successo: due mesi fa 9 attentati nella sola Kabul, che resta preoccupata per il ritiro.

01/11
2014

<tempi>: Disastro Afghanistan. I dati «nascosti» dall’America: ogni giorno 61 attacchi talebani, quasi 3k morti in un anno. Le forze afghane sono impotenti. La produzione illegale di oppio è raddoppiata rispetto al 1999 e genera profitti per circa 3G$. Gli occhi del mondo sono puntati sull’Iraq e sulla Siria, ma anche qui la jihad del terrore non dà segni di cedimento. [CzzC: e mi pare che prosperi anche in Libia: danni da potentati?]

2013

Dovrei censire qui il libro che narra degli abusi su bambini col campanellino alla corte del regime di Kabul puntellato dalle forze alleate US.

14/07
2012

<Avvenire>: Le donne fanno paura ai taleban: Massacrata Hanifa Safi che rifiutava il velo; ragazze in piazza a Kabul: «Basta» I capelli castani, lunghi e sciolti sulle spalle, sono l’unico segno distintivo che l’esplosione non è riuscita a cancellare sul corpo martoriato di Hanifa Safi. Quei capelli che Hanifa  rifiutava di nascondere sotto il velo. Una scelta coraggiosa nell’Afghanistan orientale, liberato solo formalmente dai fondamentalisti taleban.

08/04
2011

<libreidee>: terroristi islamici creati dalla Cia in Afghanistan pensando già alla Libia di Gheddafi.  Scrive Michel Chossudovsky, professore emerito di economia all’Università di Ottawa: «Washington e l’Alleanza Atlantica stanno agendo in disprezzo delle proprie leggi e regole antiterrorismo»: la “Jihad Islamica” è stata sempre sostenuta sottobanco dalla Cia .. La verità è che, dall’Afghanistan in poi, «la rete di Al Qaida fu usata come “risorsa spionistica” da parte della Cia». Un documento del Senato americano conferma nel 1997 che «agenti di Al Qaeda furono utilizzati dall’amministrazione Clinton per fornire supporto all’Esercito Islamico Bosniaco agli inizi degli anni ‘90», ed è ampiamente documentato che l’Uck, l’esercito di liberazione del Kosovo sostenuto dalla Nato, «ha sviluppato un esteso legame col terrorismo islamico», come dice sempre il Senato statunitense nel 1998, denunciando «uno degli aspetti più inquietanti» della crisi planetaria scatenata dal terrorismo. Afghanistan, Bosnia, Kosovo. E ora Libia? L’“aiuto fraterno” continua: i ribelli libici, compresi i jihadisti, vengono riforniti di razzi anticarro e missili terra-aria attraverso l’Arabia Saudita, canale collaudato già dai tempi dell’Afghanistan, quando Bin Laden combatteva per l’America con i mujahedin contro i sovietici. continua