modificato 14/09/2017

 

Meriam di Khartum/Sudan

Correlati: Sharia; cristiani perseguitati; donna nell’islam

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Khartum/Sudan: Meriam 27enne figlia di un musulmano ma allevata da madre cristiana è condannata a impiccagione per apostasia, previe 100 frustate perché la sharia, non riconoscendo valido il suo matrimonio, la definisce adultera; partorisce in carcere in catene; si mobilitano le istituzioni internazionali; il 24/07/2014 arriva libera in Italia.

 

 

14/11
2014

Caro Sandro Magister, ti rimanderei al commento e alle domande che ho posto direttamente a Socci riguardo al suo essere contro Papa Francesco per presunta indifferenza sui casi di Asia Bibi e Meriam.

24/07
2014

Meriam arriva in Italia; ricevuta dal Papa [CzzC: grazie Renzi per aver portato alle Istituzioni europee il caso Meriam (non l’unico ma emblematico) col tuo discorso di apertura del semestre italiano; hai ragione a dire che «oggi è giorno di festa, oggi siamo degni di chiamarci Europa»

02/07
2014

Regime Sudan/Sharia perseguita beffardamente: Meriam non ancora libera: «ogni giorno mi creano un problema che mi impedisce di partire»

24/06
2014

Meriam forse libera: la corte d'appello sudanese ha annullato la sentenza, effetto della massiccia campagna di mobilitazione internazionale: una vittoria del diritto e della libertà di coscienza? [CzzC: ma quanto è debole la forza del diritto se l’ONU è incapace di farlo valere contro il diritto della forza di sue nazioni potenti in armi e/o petroldollari e/o ideologia politico/religiosa con relativa potenza dissuasiva, e debbono supplire i normali cittadini gridando contro l’obbrobrio per tentare un’inerme persuasione? Cosa fa l’ONU al Sudan che ne ha incarcerata un’altra uguale (Faiza Abdalla), mentre liberava Meriam, per beffarsi del nostro diritto occidentale? Eppoi che diritto sarebbe quello che vede l’ONU imbelle di fronte a cotali violazioni dei diritti umani, mentre fa il gradasso accusando il Vaticano di tortura? E che fa l’ONU in Nigeria per altre 60 oltre le già 300 ragazze rapite dagli isalmisti di Boko Haram? Che fa l’ONU per Asia Bibi in Pakistan e per altre cruente violazioni di diritti umani in potenti nazioni? L’ONU è succube dei potentati atomici, quindi del diritto della forza?]

01/06
2014

Forse libera fra pochi giorni. [CzzC: ma che ci sta a fare l’ONU se non riesce ad impedire che suoi stati come Sudan, Pakistan, Arabia, ..., giochino sadici a reiterare “legalmente” abominevoli torture contro i diritti umani, come nell’attuale caso Meriam, per fregiarsi poi magnanimi col ritiro della condanna, sorridendo impunemente beffardi sotto i baffi? Crede l’ONU svergognata di rifarsi il maquillage, accusando il Vaticano di tortura per poi magnanimamente ammettere che, a seguito della reprimenda, il Vaticano si sta mettendo in riga?]

27/05

Meriam in carcere col figlio di 20 mesi partorisce la piccola Maya restando incatenata.

14/05
2014

Khartum/Sudan: Meriam 27enne figlia di un musulmano ma allevata da madre cristiana è condannata a impiccagione per apostasia, previe 100 frustate perché la sharia, non riconoscendo valido il suo matrimonio, la definisce adultera (Ansa, Corriere, Sentire); si spera che il ricorso legale eviti la morte. Petizione tramite CitizenGo per la sua liberazione e tramite Avvenire (scrivi su Twitter* con #meriamdevevivere o qui sul sito o a meriamdevevivere@avvenire.it). * 26/05/2014 ho twittato così:«#meriamdevevivere chiediamo che sia liberata MERIAM madre cristiana condannata a morte a Khartum! Per aderire appello http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/sudan-meriam-deve-vivere.aspx»