modificato 28/01/2016

 

Il presidente iraniano Rohani visita l’Italia gen2016

Correlati: sharia, diritti umani; spiragli di apertura

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<greenrep>: l’Italia è il primo Paese occidentale visitato da Hassan Rohani dopo che l'Iran non è più uno "Stato canaglia". La precedente visita fu nel 1999 del riformista Mohammad Khatami. Mattarella «le due nazioni hanno una lunga tradizione di cooperazioni ... Teheran e Roma possono collaborare in molti settori». [CzzC: non leggo purtroppo di piani di collaborazione nel settore dei diritti umani. Comunque benvenuto Rohani, sempre meglio di altri capi islamisti al riguardo, quantomeno perché combatti Isis anche sul terreno e non l’hai foraggiato come i turco-wahhabiti]

 

 

28/01
2016

Non mi scandalizzo come tanti altri per la burkatura delle nostre statue pro rispetto della sensibilità islamista di Rohani, ma condivido lo stridore tra le immagini di queste nostre sculture che offenderebbero i diritti umani intesi da certi islamisti e quest’altre immagini di loro truci offese ai diritti umani intesi dalla nostra dichiarazione universale.

27/01
2016

ad amico/fb: peraltro benvenuto Rohani! Ci risulta che l'Iran difenda regimi (tipo Assad) che tolleravano molteplicità di razze e religioni: perfino gli sciiti di Iraq hanno fatto ai cristiani e agli yazidi assai meno male di quanto ne abbiano fatto i sunniti foraggiati dai wahhabiti, i quali hanno favorito anche l'abbattimento di Gheddafi oltre che di Saddam pure regimi che tolleravano la presenza dei cristiani assai più di quanto apparve evidente dopo il loro abbattimento: speriamo che l'Iran si riformi verso un islam moderato assai più velocemente dei wahhabiti; nel frattempo non possiamo ignorare il principio del male minore, saggezza elementare.

27/01
2016

ad amico/fb: spero che il rispettoso burka che abbiamo montato sulle nostre statue sia stato accompagnato dalla richiesta di reciprocità di rispetto che l'Iran deve ai credenti non islamici, quantomeno a partire dalla revoca della persecuzione con cui si stano accanendo anche in questi giorni contro inermi cristiani per la professione visibile della loro fede; a Rohani questo Renzi non ha chiesto (troppo abbagliato dalla dea pecunia), ma forse il papa sì.