Offese, profanazioni e BLASFEMIE "LECITE" CONTRO I SIMBOLI CRISTIANI, perfino millantate come arte; chi offende simboli islamici e subisce massacro, promette di non offenderli più

Offendere i contenuti del Vangelo non implica rischi, mentre alla mancanza di rispetto verso altre religioni (blasfemia letale) potrebbero non bastare le scuse per evitare danni e vittime anche incolpevoli.

- vedi blasfemia (anche solo presunta tale) nel mondo islamico

- 2010.10.22 La Npr scarica il suo giornalista di punta, Juan Williams, semplicemente perché aveva detto - «Mi sento nervoso se su un aereo ci sono musulmani»

- vedi in USA chi fece allusioni poco rispettose ad una dea indù e fu costretto a ritrattare

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità,  modificata 12/12/2018; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Correlati: religione e laicità, cristianofobia, appelli, diritti umani, femen e pussy riot; presepefobia; satanismo

 

2018.12.11 Troppo POCHI CELEBRANTI il 70° anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani hanno avuto il coraggio di DENUNCIARE che diritti fondamentali sono ancora puniti con pene capitali (pene hadd), puniti non da schegge impazzite, ma da legislazioni di stati con i quali facciamo affari in armi, finanza e petrolio:

- pene hadd per DONNA musulmana che sposasse un infedele (contro il Art.16 della dichiarazione),

- pene hadd per un musulmano che ABIURAsse (contro Art.18),

- pene hadd a chi fosse presunto di aver usato ESPRESSIONI profananti il profeta o i relativi libri sacri (contro Art.19)

Quasi un razzismo religioso. Troppo pochi celebranti hanno denunciato, perché? A mio avviso

- perché si disturberebbero interessi pecuniari e strategici rilevanti

- e perché, mentre si può parlar male impunemente dei simboli della nostra fede, sarebbe dissuaso ben diversamente chi parlasse male di un’altra vendicativa

Comunque viva il suddetto 70° della nostra dichiarazione, viva la nostra dichiarazione dei diritti umani, diversa dall’altra.

 

↑2018.11.13 <controinfo> logica distorta della Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU): puoi insultare la religione cristiana ma non quella musulmana. Il 25 ottobre, la Corte europea dei diritti dell’uomo si è pronunciata a favore dell’Austria aveva processato la signora Elisabeth Sabaditsch-Wolff, per aver affermato nel 2008 <magdi> che il profeta Maometto ”era un pedofilo” perché aveva sposato una bambina. La S aveva fatto ricorso alla CEDU; questa il 25Ott ha deliberato contro di lei e in favore dell’Austria, che l’aveva condannata per incitamento all’odio religioso.

Il 17 luglio, la stessa CEDU, al contrario, aveva deliberato in favore degli elementi russi dall’ormai famosa band “Pussy Riot”, e contro lo stato russo, che li aveva condannati per aver incitato all’odio religioso inscenando una esibizione di una sorta di “punk” preghiera blasfema ‘nella cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca nel 2012.

 

↑2018.03.15 <giornale> di fronte alla Cattedrale di Perugia le FemAntiCrist megafonano Litanie sfregianti: «Vulva umidissima, godi con noi, vulva piena di ..., godi con noi, ...”  Più che laicista, una finta orazione blasfema. [CzzC: commento in sommario di questa pagina]

 

↑2018.01.30 <avvenire aleteia> newsletter gennaio: Forza del diritto o cinico diritto della forza? La Corte europea: lecito usare Gesù e Maria nelle pubblicità. Condannata la Lituania per aver multato un'azienda che si è servita di Gesù e Maria su manifesti pubblicitari. [CzzC: questa è la giustizia dei lumi occidentali: decretare lecite le profanazioni contro i simboli cristiani, mentre chi offende simboli islamici e subisce massacro, invece, promette di non offenderli più, silente la suddetta Corte. Continua ...]

 

↑2017.12.12 Più presepefobia o blasfemia in copertina di Der Spiegel? <giornale huff mtosatti> che fa arrivare Gesù in scatola Amazon: ‘sti laicisti ovviamente non si periterebbero di vignettare Maometto che consumasse il matrimonio con la piccola Aisha di 9 anni.

 

↑2017.12.04 Presepefobia o blasfemia? Per Ikea il Gesù Bambino nella capanna si può caricaturare in maniera <foto nbq> come mai oserebbe fare con simboli dell’islam

 

↑2017.11.30 <aleteia sussidiario>: Asia Argento fa la messa pagana e dà ostie sataniche al Torino Film Festival: “vieni Signora Gesù lesbica”; lo scandalo e l'incredibile flop in sala

 

↑2017.10.28 <sussidiario>: Jesus Dress Up: un gioco blasfemo per travestire Gesù crocifisso, variante del gioco distribuito 20 anni fa dalla americana Urban Outfitters che permetteva di vestire il crocifisso con simboli satanici, orecchie da coniglietta Playboy, costumi sadomaso; ora aggiornato con i le vesti succinte di Lady Gaga.

 

↑2017.09.18 <interris>: nel videogame “Fight of gods” si sfidano con furiosa violenza divinità varie (Odino, Zeus, Mosé, non Maometto) ed appare un Gesù con i lineamenti deformati dalla rabbia; con “The Preacher”, una serie televisiva dell’americana AMC, va in onda Gesù in una grottesca  scena di sesso.

 

↑2016.12.01 Mentre sarebbe in buona fede (o quasi) la stragrande maggioranza dei burloni che condividono sghignazzando la virtuale sagra del porco blasfemo, assai meno ingenui sarebbero gli eterodirettori che ordiscono blasfemie anticristiane di specie virtuale o reale come le sedicenti artistiche della serie  Charlie Hebdo, Arcigay, Rufus, Piss Christ, merda sul volto di Cristo, ... Perché tanto accanimento contro il CristoDio? A mio avviso perché l’esperienza cristiana (e in particolare la cattolica, mentre i protestanti paiono più addomesticabili dalla finanza cinica), è rimasta al mondo quasi l’unica forza capace di difendere, con solida dottrina e prassi,  la dignità della persona anche opponendosi all’imperialismo cinico della dea pecunia, che si chiami capitalismo o capicomunismo o induismo dei paria/dalit o islamismo dei nababbi wahhabiti che brandendo petroldollari come frusta agguantano il vertice di HNHRC

 

↑2016.04.04 Lo spettacolo di Romeo Castellucci “sul concetto di volto nel figlio di Dio” che domani si esibirà al Mart di Rovereto sarebbe di alto spessore secondo il Direttore del Centro servizi culturali Santa Chiara di TN e <trentino> secondo Emanuele Cerra giovane animatore - con la compagnia Evoè - della cultura teatrale a Rovereto, il quale accusa i troppo sensibili cattolici di essere dei polverosi che nonostante 400 anni di secolarizzazione metterebbero ancora le mutande al David di Michelangelo. Secondo il decano don Sergio Nicolli “lo spettacolo non avrebbe intenzioni blasfeme...” ma qualcuno gli chiede «se al posto del volto di Cristo, nel lavoro di Castellucci, ci fosse stato il volto di Maometto le reazioni del decano e di certa politica, sarebbero state così pacate?» [CzzC: don Sergio e la CuriaTN sanno bene che Castellucci ha confermato (sentilo) che intendeva proprio merda quella gettata sul volto di Cristo, ma fanno bene ad usare prudenza, ad evitare scontri, a schivare invece che a sfidare i furbetti che intendono lucrare anche lordando i simboli cristiani]

 

↑2016.01.04 La ministra Taubira aveva sublimato Charlie Hebdo come agenti della libertà nel Paese di Voltaire dopo l’attentato 2015.01, ma gli agenti indotti dalla dissuasione islamista, promisero di non offendere più Maometto, riservandosi, ovviamente, di offendere il Dio cristiano: ecco un’altra vignetta di Charlie Hebdo contro Dio (stavolta solo cristiano): <avvenire> Dio caricaturato come un assassino in fuga per il mondo, marchiato dal triangolo occhiuto, con tanto di barba bianca, fucile in spalla e mani sporche di sangue. Cara ministra Taubira, ritieni ancora agenti della libertà questi che reiterano il vilipendio di Dio rivelatoci da Cristo per ottemperare alla tua arringa pro diritto di ironizzare tutte le religioni? Non pensi che un giorno anche ai tuoi tifati massoni verrà il disgusto per cotali offendenti la dignità della persona, lucratori di offese a ciò che tante persone hanno di più caro nella vita?]

 

↑2015.11.10 <citizengo>: 21/11 a Lucca la mostra fotografica Photolux, patrocinata dal Ministero per i Beni Culturali (Franceschini) con la fotografia/1987 Piss Christ (Cristo di piscio) di un crocefisso immerso in un barattolo di urina dell'autore Andreas Serrano, premio Awards/1989 in the Visual Arts. Dello stesso autore vedi <milanopost> Milk Cross (una croce bianca intinta in un contenitore pieno di sangue), la raccolta Holy works (in cui appare una sorta di Cristo-donna con la corona di spine); analogamente vedi rivisitazione in chiave femminile della storia di Gesù nelle fotografie di Bettina Rheims presenti in “INRI”, che raffigurano la Passione di una donna-Cristo crocifissa e poi una Madonna sensuale scollata

 

↑2015.07.11 <lib&pers>: Facebook e il controllo delle masse: la fabbrica degli “état d’esprit” e la promozione della cristianofobia: non violano gli “standard della comunità” di facebook le bestemmie e gli oltraggi a Cristo o alla Madonna

 

↑2015.04.19 <tempi/CzzC>: cinico inganno di Repubblica con la Vignetta ElleKappa sui cristiani gettati a mare da musulmani e dilaniati dagli squali: sq1: "questo era cristiano?" sq2: "boh! Io di religione non ci capisco niente, hanno tutti lo stesso sapore" [CzzC: mentre compatiamo la PCIna vignettista male informata sui tanti cristiani profughi che continuamente naufragano e vengono dilaniati dagli squali assieme a non cristiani, si palesa l’inganno dei Repubblicones che, pur bene informati, ne vendono la vigliaccheria (la peregrina non avrebbe osato a parti inverse) dilaniando una seconda volta le vittime con offesa e ghignando cinico indifferentismo rispetto ai loro persecutori]

 

↑2015.03.19 Tre uomini travestiti da Gesù mimano pratiche sessuali con una grossa croce al Cassero, locale della comunità omosessuale di Bologna, agevolato dal Comune coi soldi dei contribuenti. Il Cassero si trova in un immobile del Comune di Bologna a canone zero. Timide scuse. L’Arcigay alza il tiro dell'offesa ironizzando come polemiche "pretestuose e strumentali" le proteste dei cattolici offesi [CzzC: sarebbe un tipico indicatore di contagio da magialenite aggredire i simboli della fede cristiana (non quelli dell’islam, induismo o buddismo che azionerebbero dissuasiva vendetta qualora offese) e poi ironizzare i cattolici offesi come se, per mania di persecuzione, facessero polemiche pretestuose e strumentali] e promuove una serata «eretica e scaramantica» con tanto di «sbattezzo point».

 

↑2015.03.17 <corriere>: USA: libertà  di oltraggiare il crocifisso senza paura nella serie televisiva House of Cards: il protagonista sputa sull’immagine di Gesù. Cosa sarebbe successo con i simboli islamici? [CzzC: siccome in US non furono pubblicate le vignette blasfeme su Maometto perché lì, non si dovrebbe offendere la razza ma nemmeno la fede, forse non hanno ritenuto blasfemo lo sputo? Le porcherie vigliacche non meriterebbero menzione né confronti di lezzo, ma anche se ci turassimo il naso come per quella di House of Cards, la blasfemia Cassero-Arcigay-Bologna 19/03 volta stomaco]

 

↑2015.03.15 <Leon  Ferrari>: al Museo Nazionale di Arte Moderna Buenos Aires, la collezione di León Ferrari, famoso per il durissimo scontro con il cardinale Bergoglio che lo citò in tribunale per offese alla Chiesa e a Gesù Cristo. [CzzC: quella sedicente arte mi parrebbe quasi accettabile rispetto a ben altra arte blasfema dalle nostre parti: ma forse, adesso che è Papa, non so se Bergoglio potrà esplicitare analogo intento difensivo dell'immagine di Cristo fino ad adire ai tribunali contro chi la infangasse: basterebbe che non dissuadesse vescovi che intendessero oggi imitargli il coraggio di allora].

 

↑2015.02.27 <ladige/foto>: Sta facendo discutere il videoclip musicale del rapper trentino Andrea Compless, per promuovere il disco «Un quarto di secolo», girato il 29 gennaio nella chiesa parrocchiale di Ravina, dove è stato allestito un vero e proprio set professionale, con tanto di comparse e con il cantante vestito da prete. Il rapper si firma «padre Compless». Ed altri post: «Vi siete spaccati ieri sera? dai venite a messa che facciamo l after, le particole le porto io!». Poi Compless per parare le critiche spiega «Abbiamo avuto il massimo rispetto della chiesa». [CzzC: più che le sparacchiate del furbetto, vorrei sentire che parole dicesse il Vescovo a quel prete che gli narrasse di come abbia destinato i soldi presi da cotale svendita dell'altare se gratis non fosse stata]

 

↑2014.11.22 <provita> I Giuristi per la Vita hanno presentato denuncia (qui il testo) contro le attricette (prezzolate) del gruppo Femen, la giornalista Giulia Innocenzi e tutti i soggetti responsabili della programmazione e messa in onda della puntata di Announo per il reato di  offesa ad una confessione religiosa mediante vilipendio di persone (art. 403 Codice Penale) e per offesa ad una confessione religiosa mediante vilipendio di cose (art. 404 Codice Penale). Qualcuno deve alzare la voce di fronte a questi indegni spettacoli che offendono non solo la religione, ma il senso della decenza, della civiltà.

 

↑2014.05.02 Durante la trasmissione radiofonica “La Zanzara” è invitato Oliviero Toscani: dipinta dalle sue parole la Chiesa diverrebbe un “club sadomaso” e “la più grande invenzione omosessuale che sia mai esistita, i cui appartenenti si vestono da donna”; gli angeli sono “bambini nudi che volano”, esposti in un contesto in cui –sempre a suo dire- serpeggia un clima di pedofilia in quanto “Vorrei sapere se esiste qualcuno che da bambino non abbia mai subito molestie da un prete”. Denunciato

 

↑2014.02.16 Cara RAI, non offendere Gesù col blasfemo Rufus a Sanremo. RAI ha invitato a Sanremo per il 19/02/2014 il cantante Rufus Wainwright, che guadagna anche grazie alle sue esibizioni in vilipendio di simboli e contenuti della fede cristiana (ad es canta di un salvatore che rinasce "dal porno degli anni Settanta” e di "battesimo con lo sperma”, concludendo che "allora io mi inginocchierò e Glielo darò guardando in basso”.

 

↑2013.05.03 Blasfema irrisione dell’Eucaristia compiuta durante il concertone del Primo maggio dal cantante Luca Romagnoli: imitazione della consacrazione e dell’elevazione dell’Ostia simulata da un preservativo.

E’ in distribuzione sale italiane un film blasfemo (Le streghe di Salem) senza che ne sia vietata la visione ai minori.

 

↑2012.11.gg Il giornale francese "Charlie-Hebdo" pubblica la vignetta «Mgr Vingt-Trois a trois papas» offensiva dell’Arcivescovo e blasfema della trinità. [CzzC: firmo l’APPELLO alla Santa Sede perché le autorità non stiano inerti a cotanto vilipendio della nostra fede, ma commento l’inciviltà e la viltà dei potenti protettori]

 

↑2012.01.gg Merda sul volto di Cristo (detto dalla voce dell’autore registrata): appelli contro lo spettacolo offensivo in scena a Milano

 

↑2011.05.24 Arte blasfema alla biennale di VE esposta Pietà di Michelangelo con teschio al volto della Vergine che stringe tra le braccia non Xto ma lo stesso artista in abito da sera e in decomposizione. Opera di Jan Fabre, una personale versione de 'La Pietà' di Michelangelo, in cui il volto della Madonna è raffigurato da un teschio. La Vergine stringe tra le braccia non Cristo morto ma lo stesso artista, elegante in abito da sera e in stato di rapida decomposizione, il processo è evidenziato dalla presenza di insetti e farfalle mentre una mano dell'artista sorregge un cervello

 

↑2010.09.30 Vittorio Sgarbi sindaco di Salemi ha voluto l’esposizione di un’opera che mostra la VERGINE che tiene in braccio HITLER.

 

↑2009.08.13 Jena su La Stampa ironizza con "Ave Mariastella" e non ha bisogno di chiedere scusa. Se avesse toccato il Corano ...

 

↑2008.05.28 La rana crocifissa: scambio di email con il prof G. Barbieri di Ca' Foscari in merito a un suo articolo. Rana crocifissa a Bolzano, un'opera dell'artista tedesco Martin Kippenberger. Anche Durnwalder (Svp) aveva chiesto di rimuoverla La CEI: «offende il sentimento religioso, l'episodio non passi sotto silenzio».

 

se, invece, qualcuno si azzardasse a ironizzare qualche altra religione

in USA chi fece allusioni poco rispettose ad una dea indù e fu costretto a ritrattare